FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Senatore o sindaco? Ancora tre giorni per scegliere e intanto scatta il vitalizio

La Giunta per le Elezioni e le Immunità ha concesso a Vincenzo Cuomo ancora tempo per decidere se accettare lʼincarico di primo cittadino di Portici. Così maturerà la pensione da parlamentare

Senatore o sindaco? Ancora tre giorni per scegliere e intanto scatta il vitalizio

Il senatore del Partito Democratico Vincenzo Cuomo è stato eletto sindaco di Portici alle amministrative di giugno. La legge però non ammette il doppio incarico. La Giunta per le Elezioni e le Immunità del Senato è stata informata soltanto ieri della sua elezione e ha concesso a Cuomo altri tre giorni per decidere se rimanere senatore oppure accettare il nuovo incarico di primo cittadino. "Ritardo voluto", commenta in polemica il senatore del M5S Enrico Cappelletti.

Il sindaco-senatore è stato proclamato primo cittadino di Portici il 20 luglio e aveva 30 giorni per comunicare la sua elezione al Senato. La sua lettera è arrivata a Palazzo Madama a fine agosto e il Comitato cariche si è riunito soltanto il 12 settembre per comunicare alla Giunta l'elezione di Cuomo. La Giunta però ha deciso di concedere altri tre giorni al senatore per decidere se accettare o meno il nuovo incarico. Decisione che ha già suscitato polemiche visto che il 15 settembre per il senatore scatta il vitalizio. "Ritardo voluto" ha commentato il senatore pentastellato Enrico Cappelletti. Sembra infatti che Cuomo eserciti la nuova funzione di sindaco già da tempo e che quindi questo ritardo serva soltanto a fargli percepire la pensione di senatore.

Grasso: "Sul caso avevo sollecitato la Giunta"- Il Presidente del Senato Pietro Grasso, "venuto a conoscenza della procedura così avviata, ha immediatamente invitato il Presidente della Giunta Dario Stefano, con lettera in data 8 settembre, ad anticipare la convocazione della Giunta affinchè il procedimento potesse concludersi nel più breve tempo possibile al fine di evitare ogni strumentalizzazione". E' quanto si legge in una nota della presidenza di Palazzo Madama sul caso di Vincenzo Cuomo. In quanto a Stefano, il presidente della Giunta ha sottolineato che si è "operato nel solco di una prassi consolidata, in ordine alla procedura indicata dall'articolo 18 del regolamento. Nessun'altra valutazione spettava al nostro organismo collegiale".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali