FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Renzi: "Riforme sono la madre di tutte le battaglie, gli italiani sono con noi"

Il premier ha parlato anche del reato di clandestinità, sottolineando che non sarà trattato nel prossimo Consiglio dei ministri, ma che sarà affrontato "con calma, tutti insieme"

Renzi: "Riforme sono la madre di tutte le battaglie, gli italiani sono con noi"

Le riforme costituzionali sono "la madre di tutte le battaglie" e "sono convinto che gli italiani staranno dalla nostra parte". A dirlo è il premier Matteo Renzi, sottolineando di essere comunque pronto a "trarne le conseguenze". Per quanto riguarda invece il reato di clandestinità, che "crea problemi, intasa le Procure, non serve", non sarà trattato nel prossimo Consiglio dei ministri: "lo faremo con calma, tutti insieme".

"No alla demagogia e no al buonismo esasperato" - "Secondo i magistrati - ha quindi aggiunto Renzi in un'intervista al Tg1 - il reato non serve e intasa i Tribunali, ma è anche vero che c'è una percezione di insicurezza per cui questo percorso di cambiamento delle regole lo faremo tutti insieme senza fretta".

"Mai come in questo momento è chiaro che l'Europa deve avere una posizione comune. No alla demagogia - ha sintetizzato il premier- ma no anche al buonismo esasperato: chi sbaglia deve essere mandato via".

"Basta lezioni dall'Europa" - "L'Italia ha fatto tutte le riforme che in questi anni sono state solo promesse. Dunque l'Italia ha le carte in regola, per dire che l'Europa in alcune cose deve cambiare. L'Italia deve continuare lo sforzo a casa propria, ma è finito il tempo in cui l'Europa ci dava le lezioni o i compiti da fare", ha quindi detto Renzi parlando di politica economica e sottolineando come "negli usa Obama ha riportato la crescita in questi anni, in Europa l'austerity ha fatto perdere posti di lavoro".

"Elezioni amministrative non sono test per governo" - Quanto alle prossime elezioni amministrative, Renzi ha spiegato come "non saranno un test per il governo, ma per scegliere il sindaco di tante città come Milano, Roma Torino". Nei prossimi mesi, ha quindi aggiunto di non voler "ragionare di coalizioni", ma "girerò molto l'Italia, per dire che è ripartita".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali