FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Scuola, Renzi: "Concorso per 62mila prof" Fannulloni, "ora rischiano pure i dirigenti"

Allʼindomani dellʼok del Cdm ai decreti attuativi della riforma della P.A., il premier illustra le novità: "Mai fatto prima un simile investimento". Giannini: "Tre bandi allʼinizio di febbraio"

Scuola, Renzi: "Concorso per 62mila prof" Fannulloni, "ora rischiano pure i dirigenti"

"Sulla scuola viaggiamo come dei treni puntualissimi: andremo a bandire un concorso per 62.712 insegnanti ed è un grande investimento sulla scuola". Così il presidente del Consiglio Matteo Renzi nel corso della conferenza stampa a palazzo Chigi dopo la riforma della P.A.. "Speriamo che a settembre possano andare in cattedra", ha aggiunto. "Nel giro di 2-3 anni la supplentite finirà", ha detto ancora.

Scuola, Renzi: "Concorso per 62mila prof" Fannulloni, "ora rischiano pure i dirigenti"

Il presidente del Consiglio è poi entrato nel merito della nuova selezione: "Per il prossimo concorso abbiamo deciso che la scelta sarà legata alla qualità di donne e uomini della scuola, sono il bene più prezioso perché diamo a loro i nostri figli. Quindi massima massima richiesta di qualità da tutti i punti di vista".

Poi il premier ha rivendicato quanto fatto dal suo governo: "Un grande e caloroso pensiero a quanti avevano detto che non saremmo intervenuti sulla scuola. Mai un governo ha fatto un investimento del genere".

Giannini: "Tre bandi a inizio febbraio" - E' il ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, ad aggiungere qualche dettaglio: "Tre bandi entro la prima settimana di febbraio. Prove scritte computerizzate, ma non quiz. Un quarto delle domande in lingua straniera. Sono le caratteristiche del prossimo concorso a cattedra per il quale si prevede una platea di circa 200mila candidati".

"Licenziare i furbetti ora è un obbligo" - Renzi è poi tornato a parlare dei "fannulloni", replicando alle critiche mosse contro l'esecutivo. "Da ora in poi il dirigente avrà l'obbligo di licenziare i furbetti del cartellino: con i decreti varati stanotte il governo introduce una norma semplice: se ti becco ti mando a casa entro 48 ore. E diciamo al dirigente: se non lo licenzi tu, noi licenziamo te".

Arriva il domicilio digitale - Ecco le altre novità a cui Renzi ha accennato durante la conferenza stampa a Palazzo Chigi: "Nella riforma della P.A. c'è il decreto sulla cittadinanza digitale, con il pin unico e domicilio digitale entro il 31 dicembre 2017". Poi, scherzando, ha detto in riferimento all'accelerazione sui tempi: "Madia pensa alle elezioni del 2018".

Autorità portuali da 24 a 15 - "Oggi sono 24 le autorità portuali. Le riduciamo a 15 con una sana e seria politica di coordinamento. Qualche poltrona in meno e efficienza in più", ha poi detto Renzi.

Forze di polizia da 4 a 5 - Taglio anche per le forze di polizia: "Diventano da 5 a 4. Dicevano 'impossibile' e l'abbiamo fatto".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali