FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Partiti, flop finanziamento 2x1000: non piace agli italiani

Lo dona solo il 2,7% dei contribuenti. Nel classifica primo il Partito Democratico, poi la Lega Nord

Partiti, flop finanziamento 2x1000: non piace agli italiani

Nel 2014 soltanto il 2,7% dei contribuenti italiani (poco più di 1,1 milioni su 40,9 milioni) ha deciso di destinare il 2x1000 della propria imposta sul reddito della persona fisica al finanziamento di un partito politico. Lo rivela il ministero dell'Economia. Il partito che ha ricevuto più versamenti è il Pd con 596.000 contribuenti.

I contribuenti italiani hanno donato ai partiti 9,6 milioni di euro nel 2015 con il meccanismo del 2 per mille a valere sulle dichiarazioni dei redditi dell'anno 2015.

Dopo il Partito Democratico, ampiamente in testa, viene la Lega Nord cui sono stati erogati 1,10 milioni di euro da 138.941 contribuenti, Sinistra Ecologia e Libertà che ha ricevuto 881.588 euro da 100.991 contribuenti, Forza Italia cui sono andati 529.904 euro da 60.778 contribuenti e Fratelli d'Italia che ha ricevuto 472.384 euro da 56.362 contribuenti. Al Nuovo Centro Destra sono stati erogati 168.629 euro da 16.764 contribuenti.

Finanziamenti superiori ai 100mila euro anche per il Sudtiroler Volkspartei (149.659 euro da 12.196 contribuenti), per il Centro Democratico (137.873 euro da 19.958 contribuenti) e per il Partito Socialista Italiano (114.938 euro da 18.257 contribuenti).

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali