FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Il ministro Lorenzin: "Sanzioni penali per chi usa lʼutero in affitto"

Parlando delle unioni civili su Italia Uno, la titolare della Salute ha ribadito di essere contraria alla stepchild adoption Niente intesa tra Lega e Pd sul ddl Cirinnà

Il ministro Lorenzin: "Sanzioni penali per chi usa l'utero in affitto"

Per scoraggiare l'utilizzo dell'utero in affitto il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha proposto di introdurre "una sanzione penale". Parlando delle unioni civili ai microfoni di "Maggioranza Assoluta", nuovo talk di Italia Uno, la Lorenzin ha ribadito di essere contraria alla stepchild adoption "poiché favorisce la pratica dell'utero in affitto".

"Da questa empasse se ne esce in due modi", ha spiegato la Lorenzin. "O con lo stralcio dell'articolo 5, quello sulle adozioni, pensando per esempio ad un istituto ad hoc per le adozioni speciali, oppure in un modo molto forte e duro. Vale a dire dichiarando la pratica dell'utero in affitto reato universale perseguendolo anche se fatto all'estero con una sanzione penale".

Il ministro della Salute ha poi aggiunto: "Oltre alla sanzione penale, si può impedire l'adozione da parte del convivente del bambino concepito con l'utero in affitto". "Se si seguirà questa linea per le nuove nascite si scoraggia certamente l'utilizzo di questa pratica", ha concluso.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali