FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Elsa Fornero: "La mia legge? Il governo eletto può cambiarla, ma così è sbagliata"

Ospite alla trasmissione di Rete 4 "W lʼItalia", lʼex ministra del Lavoro e delle Politiche sociali commenta la Manovra del nuovo governo

"Io non sono attaccata alla mia legge. C'è un governo eletto dal popolo, che si cambi. Personalmente però sostengo che questa manovra non sia saggia, non sia lungimirante, non costruisce nulla e quindi espone il Paese a rischi". Ospite nella trasmissione di Rete 4 "W l'Italia", Elsa Fornero torna a parlare della norma sulle pensioni, difendendo chi attacca la sua riforma: "Io non ho fatto una legge per cattiveria, ho cercato di lavorare per il Paese e ho fatto del mio meglio. Abbiamo lavorato col cuore e l'idea di aiutare il Paese in difficoltà era il nostro faro. Non si possono però mandare le persone in pensione a 50 anni con un'aspettativa di vita così alta".

Durante la trasmissione condotta da Gerardo Greco, la Fornero ha anche voluto rispondere a Matteo Salvini: "Io ho sempre parlato in maniera pacata, non ho mai usato quella aggressività che è invece caratteristica di Salvini. E vorrei chiedere a Salvini se ritiene più saggio e coraggioso un padre che qualche volta dice dei no severi e motivati, rispetto a un padre che promette di tutto anche se non ci sono i soldi, tanto si indebita e poi a pagare saranno i figli". A difendere il vicepremier ci pensa Claudio Borghi, che dal salotto di W l'Italia risponde: "Se a un padre infligge delle inutili sofferenze al figlio di solito gli si toglie la patria potestà".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali