FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Belluno, cercasi un assessore in giunta Il sindaco di Arisè ha aperto un bando

Eʼ vacante la poltrona del titolare del bilancio del piccolo centro nel Bellunese. Il primo cittadino ha indetto un concorso che scadrà il 28 gennaio: "Serve determinazione, oltre che un poʼ di esperienza"

Belluno, cercasi un assessore in giunta Il sindaco di Arisè ha aperto un bando

Cercasi assessore al bilancio. E' la richiesta contenuta in un avviso pubblico che il sindaco di Arsié, piccolo comune del bellunese, ha fatto affiggere in bacheca e riprodurre anche sul sito internet dell'amministrazione municipale. Insomma, c'è una poltrona vacante, ma evidentemente non fa gola a nessuno. In effetti il compenso è pressapoco nullo: poco più di 160 euro al mese, molto meno di un rimborso spese per il disturbo recato.

"Ci vuole determinazione, oltre che un po' di esperienza in materia", dice il sindaco Luca Strappazzon, che dopo le dimissioni dell'ex assessore, Fausto Cescato, si è trovato costretto ad aprire un bando. E ammette: "Già l'anno scorso mi aveva detto di non farcela più a seguire l'incarico per impegni di lavoro, ma abbiamo sempre lavorato bene". Il bando scade il 28 gennaio, e vi possono accedere tutti. Alla lettera di disponibilità il 'candidato' dovrà accludere il proprio curriculum vitae e, ovviamente, la dichiarazione che non si è nelle condizioni di inconferibilità, ineleggibilità e incompatibilità.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali