ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
9/4/2006

Elezioni in tempo reale

Seggi aperti dalle 8

22.00 - Questa l'affluenza alle urne, per il rinnovo della Camera dei Deputati, alle 22. Il dato, regione per regione, viene raffrontato con le precedenti politiche.

----------------------------------------------------------------
ABRUZZO                             65,4%   77,8%
BASILICATA                          61,8%   75,1%
CALABRIA                            55,2%   70,9%
CAMPANIA                            59,3%   77,0%
EMILIA ROMAGNA                      75,3%   88,8%
FRIULI-VENEZIA GIULIA               67,2%   78,3%
LAZIO                               67,1%   81,6%
LIGURIA                             66,4%   82,1%
LOMBARDIA                           72,7%   86,5%
MARCHE                              69,9%   84,2%
MOLISE                              63,3%   69,8%
PIEMONTE                            68,2%   84,2%
PUGLIA                              59,5%   78,3%
SARDEGNA                            56,8%   77,4%
SICILIA                             56,3%   71,3%
TOSCANA                             71,8%   86,5%
TRENTINO-ALTO ADIGE                 72,1%   84,6%
UMBRIA                              70,1%   85,8%
VALLE D'AOSTA                       63,6%   80,4%
VENETO                              72,0%   85,1%
----------------------------------------------------------------

22.00 - Buona affluenza ai seggi per le elezioni politiche in Italia alle 22 di domenica. Questi i dati del Viminale: per la Camera ha votato il 66,5 per cento degli aventi diritto. Alle scorse elezioni, alla stessa ora, aveva votato l'81,4%. Nel 2001, comunque, si era votato in una sola giornata, quest'anno invece si voterà anche lunedì fino alle 15. Questa la ripartizione per zone geografiche quest'anno e nel 2001:

-------------------------------------------------------------
ITALIA SETTENTRIONALE         71,5 %    85,4%
ITALIA CENTRALE               69,2%     83,8%
ITALIA MERIDIONALE            59,6%     76,3%
ITALIA INSULARE               56,4%     72,8%
TOTALE ITALIA                 66,5%     81,4%
-------------------------------------------------------------

20.18 - Il Viminale ha reso noto che per le elezioni riguardanti il rinnovo della Camera dei Deputati, alle 19 ha votato il 52,1% degli aventi diritto. Nelle precedenti elezioni, alla stessa ora, l'affluenza alle urne era stata del 59%, ma nel 2001 si è votato soltanto in una giornata mentre quest'anno si potrà votare anche lunedì.

18.44 - Un ventenne pescarese e' stato denunciato dai carabinieri per violazione delle norme elettorali dopo avere fotografato con il suo telefonino la scheda con cui aveva appena votato. Il seggio in quel momento era deserto e quindi il presidente ha udito distintamente il click ed ha avvertito i carabinieri. Il giovane e' stato identificato e denunciato. L'episodio e' avvenuto in un seggio di Citta' Sant'Angelo (Pescara).

18.10 - 
Alla Rosa nel Pugno e' giunta una segnalazione preoccupante: in alcune sezioni di Roma sono state consegnate schede di votazione per il Senato anche a ragazzi di eta' inferiore ai 25 anni. Un episodio di questo tipo e' accaduto sicuramente a un 22enne: a renderlo noto e' Rita Bernardini, della direzione della Rosa nel Pugno.

17.30 -
Il sindaco di un piccolo comune del Pesarese, Auditore, ha presentato denuncia ai carabinieri per violazione della legge sulla propaganda elettorale. Stamani, ha riferito il sindaco Bruna Rosa Stella, eletta con una lista civica di centro sinistra, "Auditore si e' svegliata inondata da facsimili di schede elettorali per la Camera e il Senato con l' indicazione di voto per An". Un volantinaggio scattato prima dell' alba, per iniziativa di ignoti, che ha interessato strade, piazze e anche diverse cassette postali di privati. Il sindaco ha subito inviato i vigili urbani e personale del Comune a ripulire il paese.

17.00 - "L'episodio di Cornuta in provincia di Treviso ove, su richiesta di un elettore, sono stati tolti i crocifissi nelle sezioni elettorali e' emblematico di un rigurgito anticlericale che porta a disconoscere quel simbolo della redenzione e di valori della nostra comunità in cui si sono tradizionalmente riconosciuti credenti e non credenti": lo afferma il sottosegretario al Welfare Maurizio Sacconi, di Forza Italia. "C'e' in giro uno strana idea di multiculturalita' che porta ad annullare in essa le nostre radici. Sono certo che il presidente della Repubblica vorra' stigmatizzare questi episodi e garantire - conclude - il permanere nei luoghi istituzionali dei simboli della nostra identita"'.

16.40 - Subito dopo aver votato ha fotografato la scheda con una piccola macchina fotografica. Il presidente di seggio lo ha visto e ha chiesto l'intervento della polizia, che ha identificato l'uomo e lo ha denunciato. E' accaduto a Caserta.

16.12 - "Valuteremo, nelle prossime ore, con i nostri legali, il tipo di azione da intraprendere" per rispondere a quella che e' una "chiarissima violazione di legge". E' quanto dicono in una nota i due candidati della Rosa nel Pugno alla Camera in Toscana, Antonio Bacchi e Matteo Mecacci, dopo che nella mattina di oggi e' stato loro impedito di votare presso il carcere di Sollicciano a Firenze.

15.55 - Questa l' affluenza alle urne degli elettori nelle regioni alle ore 12 per il rinnovo della Camera dei Deputati. Ricordiamo che la scorsa tornata elettorale si votò solo di domenica.
----------------------------------------------------------------
MARCHE                               17,6%         22,1%
EMILIA ROMAGNA                24,2%         29,5%
UMBRIA                                17,8%         24,1%
PUGLIA                                 13,7%         20,2%
VENETO                                19,6%         24,3%
BASILICATA                         12,6%         18,7%
TOSCANA                              20,2%         24,7%
PIEMONTE                            18,2%         23,3%
MOLISE                                 14,9%         19,9%
TRENTINO-ALTO ADIGE        18,7%         26,4%
LOMBARDIA                          20,0%         24,0%
LAZIO                                    18,7%         15,1%
SARDEGNA                            15,9%         21,6%
SICILIA                                  12,2%         15,2%
ABRUZZO                               14,6%         18,8%
LIGURIA                                 21,3%         27,1%
CALABRIA                             11,2%         15,6%
VALLE D'AOSTA                   18,3%         24,8%
CAMPANIA                            14,6%         18,7%
FRIULI-VENEZIA GIULIA        17,2%         23,5%

15.31 - Il presidente del Senato Marcello Pera ha votato nella sua citta', a Lucca, poco dopo le 12,15 di oggi. Pera e' arrivato al seggio 25 allestito al liceo scientifico Vallisneri e, dopo aver salutato il presidente e gli scrutatori, si e' fatto consegnare le schede e ha votato. Subito dopo e' uscito stringendo le mani di quanti lo salutavano.

15.25 - Ieri in un seggio di una scuola di Fornole (Amelia), il presidente della sezione avrebbe deciso di togliere il crocifisso dal muro. La sua decisione ha causato le immediate proteste di alcuni rappresentanti dei partiti di centrodestra impegnati nello stesso seggio.Sono stati gli agenti della GdF ad avvertire del fatto i carabinieri di Amelia, che in tarda mattinata hanno compiuto un sopralluogo. Il crocifisso, al momento, non e' stato ancora ricollocato al suo posto.

15.20 - "Di sicuro nel nostro Paese non siamo scarsi a imbecilli". Lo ha detto il governatore del Veneto, Giancarlo Galan, commentando il lancio di bottiglie molotov la notte scorsa contro una scuola di Vittorio Veneto in provincia di Treviso. "Ci sono imbecilli che lanciano sassi, ci sono imbecilli che bruciano le automobili e ci sono gli imbecilli delle molotov - ha aggiunto Galan - Ma in ogni caso episodi come questo devono convincere ancora di piu' i cittadini ad andare a votare nella piu' assoluta tranquillita"'.

15.10 - "Il sindaco di Cornuda, in provincia di Treviso, ha fatto togliere i crocifissi da tutto i seggi della cittadina". La denuncia arriva da Filippo Ascierto, responsabile per la sicurezza di An, che spiega come il sindaco abbia giustificato la sua richiesta alla prefettura richiamandosi alla laicita' dello Stato.

15.00 - E' andato a votare in mattinata, presentandosi al seggio con una maglia con su scritto "Io sono un coglione", ma il presidente della sezione elttorale gli ha mosso una contestazione, chiedendo anche l'intervento delle forze dell'ordine. E' successo a Pisa, nei seggi del quartiere Riglione-Oratoio. Il protagonista, un giovane del luogo, si e' poi recato a votare, visto che le forze dell'ordine non hanno ravvisato alcun reato nel suo abbigliamento. Il presidente del seggio ha spiegato di aver protestato per ragioni di decoro.

14.50 - A Torino la quantita' di autisti di tram e autobus impegnata nei seggi elettorali e' cosi' elevata da rischiare di creare disagi ai trasporti pubblici nelle giornate di domani e martedi': lo annuncia l' azienda di gestione, la Gtt, secondo cui "il servizio potrebbe non essere efficiente al 100%".

14.20 - E' l'Emilia-Romagna la regione dove alle 12 si e' registrata la maggiore affluenza alle urne: 24,2%. Nella stessa regione anche il primato dell'affluenza riferito alle province. E' Bologna, infatti, la provincia dove si e' votato di piu' con il 25,9%, seguita da Ferrara con il 25,5%.

13.50 - Siparietto divertente al seggio dove il presidente del Consiglio Berlusconi, ha votato insieme con la mamma, signora Rosa. Il premier ha accompagnato la mamma al ritiro delle schede e le ha indicato: "Fai una croce sul simbolo di Fi". A questo punto il rappresentante di lista dell'Ulivo lo ha ripreso: "Presidente, non si puo'". Berlusconi ha replicato, sorridendo: "Nemmeno con la mamma? Siete proprio l'Italia che non vuole bene". Alla fine la cosa si e' conclusa con una stretta di mano.

13.46 - Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha votato al seggio 502 della scuola media Dante Alighieri di via Scrosati a Milano. Berlusconi e' arrivato al seggio alle 13.15 accompagnato dalla mamma, signora Rosa Bossi. Ad accoglierlo alcune decine di militanti di Forza Italia che lo hanno applaudito a lungo. Berlusconi e' rimasto al seggio circa 10 minuti in attesa che votasse anche la mamma. All'uscita ancora applausi da parte dei militanti di Forza Italia ai quali ha stretto la mano. Con alcuni si e' anche intrattenuto per pochi attimi.

13.25 -  Stando a quanto comunicato dal ministero dell'Interno a mezzogiorno aveva votato il 17,6% degli aventi diritto. Nelle precedenti elezioni politiche, alla stessa ora si era recato alle urne il 21,5% ma si era votato soltanto di domenica.

12.45 - Alle ore 12, in 30 sezioni su 110, ha votato il 18% degli aventi diritto. Lo comunica il Viminale.

12.00 - Il leader del Partito di rifondazione comunista, Fausto Bertinotti, e' andato a votare alle 11 al seggio elettorale in via Novara nella scuola XX Settembre di Roma accompagnato dalla moglie e dalla nipotina. Ai giornalisti che lo attendevano ha detto: "Questo e' un giorno molto importante nella storia del Paese, un giorno in cui il Paese decide cosa fare da grande".

11.49 - Il coordinamento dell'Ulivo denuncia: "Nonostante i lettori della Gazzetta dello sport si siano in precedenza più volte lamentanti, anche oggi, domenica di voto, a pagina 4 del quotidiano sportivo, compare una pubblicità del presidente del Consiglio in qualità di presidente del Milan. Anche questa è una palese violazione delle regole della campagna elettorale". "Stupisce che un giornale con la storia della Gazzetta dello sport si sia prestato a questa operazione di pura propaganda", conclude la nota dell'Ulivo

11.40 - "Sono sereno e fiducioso". E' quanto ha detto il segretario dei Ds, Piero Fassino, subito dopo aver votato nel quartiere torinese della Crocetta. "Mi auguro - ha aggiunto - che sia una giornata serena e regolare, così come sono state tutte le elezioni nel nostro Paese. E mi auguro che tante elettrici e tanti elettori vadano a votare. E che naturalmente votino bene".

11.20 - Ha stretto le mani di diversi elettori presenti ma non ha voluto rilasciare dichiarazioni ai giornalisti presenti. Accompagnato dalla moglie e dalla figlia, il presidente della Camera Pier Ferdinando Casini ha votato, questa mattina, presso il proprio seggio elettorale, allestito nella scuola elementare Ferrante Aporti di Roma, in via Antonio Serra, nella zona di corso Francia. Il leader dell'Udc e' apparso sereno, anche alla vista della buona affluenza che si presentava al seggio elettorale.

11.14 - Il Ministero dell'Interno comunica che i risultati delle elezioni saranno consultabili sul sio internet del Viminale (interno.it e elezionipolitiche.interno.it).

10.58 - Da quest'anno alcuni ammalati e disabili gravi potranno votare da casa, grazie al decreto legge Pisanu, approvato due mesi fa con cui "si prevede il voto a domicilio per i disabili intrasportabili dipendenti in modo continuo e vitale da attrezzature elettromedicali". Questa norma taglia fuori però la maggior parte degli ammalati intrasportabili, poichè non tutti sono attaccati in modo continuativo ad un macchinario.

10.33 - Romano Prodi ha votato. Alle ore 10 circa, il candidato premier per il Centrosinistra si è presentato alla sezione 142, seggio 147, del liceo Galvani di Bologna. Insieme a lui, ha votato anche la moglie Flavia. Flash, sorrisi, strette di mano. Il Professore, vestito blu d'ordinanza, è arrivato sotto braccio alla moglie; con lui solo la scorta: "Spero che sarà una giornata serena - ha detto - le elezioni sono un bel momento di democrazia". Il Professore ha commentato positivamente anche l'alta affluenza alle urne degli italiani all'estero. "Sono elezioni importanti - ha detto Prodi - l'Italia e' un paese importante".

10.15 - Il ministro dell'Interno Giuseppe Pisanu ha votato questa mattina a Sassari. Il responsabile del Viminale si e' presentato nel seggio di via De Carolis a Sassari

10.15 - La Prefettura di Roma ha comunicato che le 3718 sezioni elettorali della provincia di Roma, di cui 2600 nel Comune di Roma, alle ore 8.00 si sono regolarmente costituite ed hanno iniziato le operazioni elettorali. Ieri d'urgenza erano stati sostituiti circa 800 presidenti di seggio che avevano inviato un certificato medico che ne attestava la malattia.

9.50 - Vittorio Veneto: il testo dei volantini lasciati sul posto sarebbe riferito alla politica del Paese e alla campagna elettorale di entrambi i poli. I volantini, secondo quanto si e' appreso, sarebbero una decina di copie e il testo non raggiungerebbe la ventina di righe. Del fatto e' stato informato il pm trevigiano, Valmassoi, che e' ora in attesa di avere il testo dei volantini che, come e' stato confermato, e' stato fatto da un gruppo anarchico.

9.15 - Carlo Azeglio Ciampi ha già votato. Il presidente della Repubblica, accompagnato dalla signora Franca, è giunto nel 'suo' seggio romano (la scuola Mazzini nel quartiere Nemorense) alle 8,50. Ciampi, salutato da un applauso all'ingresso dell'edificio e anche lungo i corridoi che portano alla sezione 136, alle 9 aveva già adempiuto al suo dovere di cittadino. Nessuna parola con i giornalisti, ma ampi cenni di saluto e un "buongiorno" con il quale il capo dello Stato ha salutato anche il presidente e gli scrutatori di seggio.

9.00 - Si sono regolarmente aperti, alle 8:00, i 1.380 seggi elettorali del Friuli Venezia Giulia, nei quali, unica regione in Italia, oggi e domani, si svolgeranno le votazioni, oltre che per il Parlamento, anche per il rinnovo di tre amministrazioni provinciali (Trieste, Udine e Gorizia) e 36 comunali (fra le quali Trieste, Pordenone, Monfalcone e Cordenons, dove si potrebbe andare al turno di ballottaggio).

8.35 - Tre molotov ed un ordigno esplosivo sono stati lanciati la scorsa notte contro una scuola elementare di Vittorio Veneto. Al momento, all'interno della scuola, sede di un seggio elettorale, si trovavano soltanto alcuni militari della Guardia di finanza. d'ordine. Il gesto sarebbe stato rivendicato con alcuni volantini lasciati sul posto. Non si registrano danni a persone e le operazioni di voto, questa mattina, sono regolarmente iniziate.

8.00 - Si sono aperti alle 8 i seggi nelle 60.977 sezioni per eleggere il 15/o parlamento della Repubblica. Gli elettori sono 47.160.244.Le urne sono aperte oggi fino alle 22 e domani dalle 7 alle 15. Sia la Camera (scheda rosa), sia per il Senato (gialla) vale il sistema proporzionale, che non permette di esprimere preferenze. Si pone un segno solo sul simbolo della lista prescelta. In Val d'Aosta e Trentino Alto Adige si sigla (solo per il Senato) il contrassegno del candidato.