ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
14/1/2006

Premier: "Ds hanno giocato partita"

Unipol, "Il caso non è chiuso"

Su Unipol, Silvio Berlusconi ribadisce che "il caso non è chiuso e i Ds hanno giocato la partita, non hanno fatto solo il tifo. Io ho fatto il mio dovere, ho detto la verità e non ho mentito. I Ds hanno mentito. Non hanno il senso dello Stato. Cosa nascondono Prodi, Rutelli e D'Alema? - si chiede il premier - Fiorani? Come tutti gli altri, è venuto ad informare il presidente del Consiglio e ha avuto la stessa risposta: deve prevalere il mercato"

Il caso Unipol
"Dal primo momento e fino all'ultimo  ho detto una cosa sola e sempre la stessa: non è vero che i Ds si sono limitati a fare il tifo ma hanno giocato anche loro la partita in corso". Silvio Berlusconi scende in sala stampa di Palazzo Chigi "per replicare alle notizie stampa di oggi sullo scandalo Unipol".

Il premier ha deciso infatti di convocare i giornalisti dopo le ultime indiscrezioni della scalata a Bnl del gruppo guidato da Giovanni Consorte. In particolare il premier vuole respingere al mittente le critiche della sinistra.  "
Chi fa il tifo -ha spiegato Berlusconi- si limita ad applaudire o a fischiare ma non scende in campo con i giocatori. Questo è il rilievo politico che ho sempre fatto. Per tentare di annullare l'effetto di queste mie considerazioni i Ds hanno cambiato gioco e sono arrivati a sfidarmi invitandomi ad andare in Procura. Li ho accontentati e pensate che cosa avrebbero detto se io non avessi dato seguito a quell'invito. In Procura ho ripetuto le stesse identiche cose". "Del resto gli stessi giornali che oggi mi accusano di aver fatto addirittura dietrofront - ha proseguito il premier pubblicano le mie dichiarazioni del mese di giugno che sono identiche a quelle di oggi".

Dov'è finito Prodi?
"Perché D'Alema, Rutelli e Fassino non confermano, come ha fatto Veltroni, di aver incontrato il presidente di Generali. Dov'e' finito Prodi? Non è lui il leader della sinistra? Cosa hanno da nascondere? In discussione c'è il comportamento politico non etico".

Berlusconi incalza: "La sinistra sta alzando una cortina di fumo per non parlare dell'intreccio con le cooperative. Non posso accettare il fatto che per raggiungere questo scopo si fanno osservazioni su apparati dello stato che si sono mossi sempre con correttezza, questo vuol dire mettersi le istituzioni sotto i piedi. Deve venire a galla la verità, tutta la verità, nient'altro che la verità. Il caso non è chiuso. Il problema non è il mio comportamento, ma il loro comportamento. Io non mi sono permesso di intervenire sul merito dei colloqui".


Fiorani e gli altri
"Fiorani e tutti gli altri sono venuti ad informare il presidente del Consiglio e tutti hanno hanno avuto la stessa identica risposta che avevo gia' dato il 22 giugno del 2005: qualcuno mi ha domandato se sono felice che Unipol acquisti la maggioranza di Bnl, ho risposto se avete delle azioni consegnatele a chi vi offre di più, questo è il mercato. Quindi a tutti ho detto: il governo è liberale, e' neutrale rispetto a queste operazioni, si' al libero mercato. Questo per quanto riguarda Unipol e le altre operazioni".

Gli alleati
"Sono dodici anni che contro di me si fa di tutto e dice di tutto. Mi sarebbe piaciuto che i miei alleati avessero levato una volta una voce per difendermi da tutti gli attacchi che sempre si sono rivolti contro di me". Così Berlusconi commenta le prese di posizione di esponenti del centrodestra che invitano ad abbassare i toni in campagna elettorale e ad evitare, come ha detto il presidente dell Camera Pier Ferdinando Casini, gli effetti speciali.