FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Nozze principe Harry e Meghan Markle: strappo al protocollo

Lʼex attrice potrebbe fare il discorso al posto del padre durante il ricevimento

Nozze principe Harry e Meghan Markle: strappo al protocollo

Si preannuncia ricco di sorprese il matrimonio tra il principe Harry e Meghan Markle. L'ex attrice potrebbe chiedere una modifica al rigido protocollo reale proprio nel giorno delle sue nozze, il prossimo 19 maggio nel castello di Windsor. Secondo il "Sunday Times" Meghan sarebbe infatti pronta a tenere un breve discorso durante il ricevimento al posto del padre, noto per la sua riservatezza.

Tradizione vuole che al momento del banchetto ci sia il "best man speech", ovvero il discorso del testimone dello sposo e quello del padre della sposa chiamati a tracciare un rapido elogio della coppia fra il serio e il faceto. Ma Thomas Markle, 73 anni, ex direttore delle luci a Hollywood, è noto per la sua discrezione e di qui l'ipotesi che preferirebbe evitare un intervento pubblico di fronte a una platea tanto impegnativa. E proprio per questo, secondo il "Sunday Times", la figlia Meghan sarebbe pronta a togliere il padre dall'imbarazzo pronunciando lei stessa un breve discorso di ringraziamento ai presenti. Secondo Harry è una grande idea, ma l'etichetta lo permetterà?

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali