ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
9/2/2007

Pon-pon sexy, Crowe le licenzia

Turbano fan della sua squadra di rugby

Troppo eccitanti per pubblico e giocatori, ecco perché Russel Crowe ha licenziato le ragazze pon-pon della sua squadra di rugby di Sydney. Una decisione dietro alla quale potrebbe esserci lo zampino della moglie Danielle Spencer che, insieme con altri fan, si era lamentata. Sfoggiando abiti succinti, le ragazze mettevano "a disagio le donne e anche chi portava alla partita i figli", ha detto Crowe.

Crowe, che è co-proprietario della South Sydney Rabbitohs, una delle squadre di rugby più antiche d'Australia, sostituirà le ragazze pon pon questa stagione con una banda di
percussionisti composta da uomini e donne.

Russel Crowe con la moglie Danielle Spencer - foto Afp

Una ricerca, ha detto Crowe, ha mostrato come i sostenitori della squadra fossero a disagio quando allo stadio dovevano assistere allo spettacolo delle ragazze pon pon in abiti "di scena" troppo succinti.

E' quasi superfluo dire che la moglie di Crowe ha apprezzato molto l'idea del marito: la banda è quello che ci voleva per ottenere massimo risultato dagli uomini in campo e altrettanta soddisfazione da parte del gentil sesso in tribuna.

"Le piace il fatto che il divertimento durante la partita possa essere frutto di (un'esibizione) sia di maschi che di femmine", ha spiegato l'attore di "Il gladiatore". Quanto alle ragazze pon-pon, una di loro, Ashleigh Francis, si è giustificata spiegando che assieme alle compagne ha soltanto cercato di aggiungere un pizzico di glamour alle partite dei Rabbitohs. Evidentemente, troppo glamour per Russel e consorte.