Gossip

Tgcom

RSS

Justine fa rivivere la Dietrich

La Mattere nel calendario di Ricciardi

18/10/2010

Correva l'anno 1948 quando la mitica Marlene Dietrich cantava "Black Market" in una taverna berlinese del dopoguerra nel film cult "Scandalo Internazionale". Sexy e provocante, sigaretta in bocca e abito con un ampio spacco davanti, Justine Mattera, la showgirl italo-americana, ne veste ora i panni, riproponendone il mito, nel calendario benefico 2011 realizzato dal fotografo Enrico Ricciardi.

foto

A meno di un anno dalla nascita della secondogenita Vivienne Rose, Justine Mattera è tornata quindi in scena, in perfetta forma e più sexy di prima, come ha anche dimostrato debuttando al teatro Salone Margherita di Roma con lo spettacolo 'Nel blu dipinto di blu...', in cui appare bellissima con lingerie da capogiro e sensuali corpetti.

Nel calendario di Enrico Ricciardi, che quest'anno porta l'eloquente titolo di "Sunset Boulevard", mitica strada di Los Angeles, e pluripremiato capolavoro del regista Billy Wilder, Justine fa rivivere la splendida attrice tedesca in scatti in bianco e nero di grande effetto. Tutto il calendario del resto propone un affascinante viaggio a ritroso nel mitico periodo d'oro degli anni '30 '40 e '50, che rivive nelle bellissime immagini di Ricciardi.

Molti i personaggi, accanto a Justine Mattera, che hanno aderito all'iniziativa benefica vestendo i panni delle mitiche star hollywoodiane, da Natalia Mesa Bush a Ludmilla Radchenko e poi Riccardo Montolivo con Cristina De Pin, Francesco Coco, Roberta Lanfranchi, Silvia Burgio, Grace Hall, Cecilia Rodriguez, Susanna Petrone, Andrea Lehotscka, Catherine D’lish, Laura Drzewicka, Michel Altieri, Angela Melillo, Marianne Puglia e Mirka Viola. ­

Niente nudi, niente foto osé, ma scatti di qualità, tutti in bianco e nero, anche a sottolineare le nobili finalità dell'iniziativa.

L'ambizioso obiettivo di quest’anno è infatti favorire la mobilità agevolata donando veicoli speciali ROLFI per trasporto disabili alla FONDAZIONE STEFANO BORGONOVO ONLUS (associazione creata dall'ex calciatore colpito dalla Sla e dalla moglie Chantal), grazie anche al contributo delle aziende Altitalia Real Estate, Biscaldi, e Kin Calzature Ecologiche.

Ultimo aggiornamento ore

OkNotizie

PUBBLICITA'