FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

McDonald's
Contenuto sponsorizzato

Vacanze 2.0, i social network nuove agenzie di viaggio

La scelta della destinazione passa da Facebook nel 54% dei casi, specie tra i Millennials. Vanno forte anche Twitter e Instagram

Vacanze 2.0, i social network nuove agenzie di viaggio

Facebook, Instagram e Twitter: sono i social network le nuove agenzie di viaggio, specialmente per le nuove generazioni, i cosiddetti Millennials, che sono nati e cresciuti tra gli anni Ottanta e i primi anni Duemila. Tecnologicamente dipendenti e iper-connessi, i più giovani infatti si affidano al web per i loro acquisti, anche in fatto di vacanza.

Come emerge dai dati diffusi da Chris Fair, presidente di Resonance Consultancy, nel corso dell'ultima edizione della Borsa Internazionale del Turismo, l'80% dei Millennials è molto sensibile alle recensioni online. Inoltre il 57% carica foto delle vacanze anche più volte al giorno e il 51% è incollato allo smartphone per commentare o postare aggiornamenti sul viaggio che sta intraprendendo.

Indecisi tra mare e montagna, la scelta della destinazione passa da Facebook nel 54% dei casi. E addirittura l'88% degli utenti si affida alle indicazioni fornite dai propri contatti in fatto di vacanze. Non solo, l'83% ha messo almeno un "mi piace" quando nella sua bacheca è apparso un marchio legato al settore turistico. Il social network fondato da Mark Zuckerberg, dunque, si rivela un buon "consulente" nel mondo del travel.

In fatto di vacanze, da non sottovalutare sono anche Instagram e Twitter. Il social delle immagini va forte tra chi cerca spunti per le mete estive e per i ponti. Basta sapere che ha già fatto registrare 150 milioni di accessi finalizzati a raccogliere informazioni utili in merito a hotel e località turistiche. Mentre su Twitter si cercano consigli di viaggio tramite gli hashtag, che diventano per il 30% dei viaggiatori inseparabili compagni di vacanza. E gli occhi sono puntati sulla timeline per cogliere al volo offerte e promozioni offerte da catene alberghiere o da compagnie aeree.

Per i Millennials anche la fase di prenotazione della vacanza è 2.0. Nel 2016, l'85% dei viaggiatori ha ammesso di aver usato lo smartphone per pianificare le vacanze: il 78% l'ha usato per prenotare il soggiorno in albergo e il 77% per il volo aereo. E il 72% di coloro che usano smartphone o tablet hanno scaricato almeno un'Applicazione dedicata al mondo del travel. Ma i servizi devono essere eccellente. I Millennials pretendono il meglio e non sopportano ritardi o errori, fattore determinante nello loro scelte vacanziere è il rapporto qualità-prezzo. In albergo, ça va sans dire, è essenziale che la connessione wi-fi funzioni alla perfezione.