FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Attacco a Barcellona, italiana residente in Argentina tra i morti della Rambla

Si chiamava Carmela Lopardo e aveva 80 anni: era emigrata in Sudamerica dalla provincia di Potenza negli Anni ʼ50

Attacco a Barcellona, italiana residente in Argentina tra i morti della Rambla

E' un'80enne originaria della provincia di Potenza, ma residente in Argentina la terza vittima italiana dell'attentato di Barcellona. In una nota, il ministero degli Esteri argentino ha trasmesso le condoglianze "alla famiglia della signora Carmela Lopardo, 80 anni, detta Carmen, cittadina italiana residente nel nostro Paese da più di 60 anni". "Nel momento del tragico attentato, la vittima si trovava a Barcellona da turista", ha precisato il ministero.

Nonna Carmela era emigrata a 12 anniEra nata a Sasso di Castalda, un piccolo paese della provincia di Potenza, Carmela Lopardo, di 80 anni, la terza vittima italiana dell'attentato sulla Rambla di Barcellona. La donna, conosciuta come Carmen, era nata il 16 luglio del 1937. Il 5 maggio del 1950, quando non aveva ancora 12 anni, lasciò il paese per trasferirsi in Argentina con la famiglia. Col passare degli anni, secondo quanto si è appreso in Comune, a Sasso di Castalda non è rimasto nessuno della famiglia di Carmen Lopardo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali