FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Stragi Belgio, nuova rivendicazione da parte dellʼIsis

Parla lo jihadista Hicham Chaib di Anversa: vi colpiremo finché ci bombarderete

Stragi Belgio, nuova rivendicazione da parte dell'Isis

Lo Stato Islamico ha nuovamente rivendicato gli attentati di Bruxelles, che hanno portato alla morte di 34 persone e al ferimento di altre 130. Hicham Chaib di Anversa, esprimendosi prima in francese e poi in olandese, in un video ha rimarcato la paternità delle stragi in Belgio e minacciato nuovamente l'Europa, affermando che "sino a quando i vostri F-16 bombarderanno la nostra gente, noi colpiremo la vostra".

Il video e le nuove minacce - Secondo il Site, l'uomo fa parte del gruppo dello Stato islamico attivo nella provincia siriana di Raqqa. Il video, riferisce "De Staandard", comincia con nuove minacce in francese secondo cui gli attacchi del 22 marzo sono stati solo "un assaggio". L'uomo poi si esprime in fiammingo, prima di giustiziare un prigioniero, definendolo 'una spia dei crociati'.

Chaib ex membro del "Sharia4Belgium" - Secondo i media locali, Chaib è stato un membro dell'organizzazione terroristica belga di reclutamento di jihadisti da mandare in Siria, "Sharia4Belgium", ed è una ex guardia del corpo del suo fondatore, Fouad Belkacem, detenuto nel carcere di Anversa. Chaib avrebbe poi lasciato l'Europa per andare a combattere in Siria: assente durante il processo del febbraio 2015 contro i membri di "Sharia4Belgium", è stato condannato dal tribunale di Anversa a 15 anni di carcere.


Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali