FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Centʼanni fa la liberazione britannica di Gerusalemme: lʼentrata in città del generale Allenby

Mentre lʼEuropa veniva dilaniata dalla Prima guerra mondiale, nel dicembre del 1917 le truppe di Sua Maestà cacciavano lʼesercito ottomano dalla Città Santa e dalla Palestina meridionale

"Agli abitanti di Gerusalemme, la città Benedetta: la disfatta inflitta ai turchi dalle truppe sotto il mio comando si è tradotta nell'occupazione da parte del mio esercito della vostra città". Cent'anni fa il generale britannico Edmund Allenby proclamava così la liberazione di Gerusalemme dall'esercito turco, appoggiato dai tedeschi, sancendo il controllo britannico sulla Palestina meridionale. Il 12 dicembre 1917, alla testa di una colonna di fedelissimi ed ufficiali, il futuro feldmaresciallo di Sua Maestà entrava nella città a piedi, attraverso la Porta di Jaffa, dopo essere smontato da cavallo "per rispetto di quel sacro suolo".

Centʼanni fa la liberazione di Gerusalemme: lʼentrata in città del generale Allenby

La proclamazione fu diffusa in inglese, ebraico e arabo, a testimonianza del fatto - come lo stesso Allenby ebbe modo di scrivere - che l'Inghilterra "avrebbe rispettato i diritti di tutti i cittadini", inclusi i circa 50mila ebrei presenti all'epoca. Una netta minoranza considerando che nella regione risiedeva circa mezzo milione di arabi.

"Entrai nella città ufficialmente a mezzogiorno, l'11 dicembre, con alcuni uomini del mio staff, i comandanti del distaccamento francese e italiano (...) La popolazione mi ricevette con gioia", si legge nelle memorie di Allenby. Appena un mese prima, il 7 novembre, i suoi uomini avevano liberato Gaza. Quella che è passata alla storia come la Campagna del Sinai e della Palestina sarebbe finita però un anno dopo, alla fine dell'ottobre 2018 con la capitolazione della Bulgaria e la firma dell'Armistizio di Mudros. Dopo 600 anni, il dominio ottomano sul Vicino Oriente era giunto al termine.

Nel 1917 il primo conflitto mondiale era ancora in corso in Europa e Allenby venne anche impiegato sul fronte occidentale per contrastare l'offensiva tedesca. Ad aprile gli Stati Uniti erano entrati in guerra con gli Alleati. Un evento fondamentale per le sorti della guerra tanto in Europa quanto in Medio Oriente.

In quei giorni, infatti, due giovani ebrei palestinesi partirono per l'America allo scopo di reclutare ebrei americani nella Jewish Legion (la Legione ebraica) per la liberazione della Palestina del nord e, dopo la fine della guerra, per trasferirsi ad abitare nella regione come pionieri. I loro nomi sono David Ben-Gurion e Yitzhak Ben-Zvi, e qualche decennio dopo sarebbero diventati rispettivamente il primo e il secondo presidente della storia dello Stato d'Israele.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali