FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Papa Francesco: "Per i rohingya non ho negoziato la verità e ho pianto"

Il Pontefice ha fornito una serie di dettagli sia sui retroscena sullʼincontro con i rohingya e con il capo dellʼesercito del Myanmar

Papa Francesco: "Per i rohingya non ho negoziato la verità e ho pianto"

Tornando dal viaggio apostolico in Bangladesh, il Papa ha fornito una serie di dettagli sia sui retroscena che sui suoi sentimenti nell'incontro con i rohingya e con il capo dell'esercito del Myanmar. "La parola rohingya l'avevo già pronunciata a Roma, nel viaggio mi interessava che passasse il messaggio, ed è passato, e io - ha detto il Pontefice - non ho negoziato la verità". In un altro passaggio dell'incontro con i giornalisti a bordo del volo che lo ha riportati in Vaticano, Francesco ha raccontato anche che le autorità "volevano cacciarli dal palco alla fine dell'incontro interreligioso a Dacca e volevano che non parlassero con me. Non l'ho permesso. Ho pianto cercando di non farlo vedere".

"Pronunciare parola rohingya è come sbattere in faccia porta a qualcuno" - "Ho considerato che, se nel discorso ufficiale, avessi detto quella parola, sarebbe stato come sbattere la porta in faccia ai miei interlocutori. Allora ho descritto la situazione, ho parlato - ha spiegato il Papa - dei diritti delle minoranze, per permettermi poi nei colloqui privati di andare oltre. Sono rimasto soddisfatto dei colloqui: è vero, non ho avuto il piacere di sbattere la porta in faccia pubblicamente a nessuno, ma ho avuto la soddisfazione di dialogare, di dire la mia".

"Viaggio Cina non in programma ma mi piacerebbe" - Il Papa ha poi parlato anche della Cina. "Il viaggio per ora non è in programma", anche gli "piacerebbe", ha confidato ai giornalisti in volo con lui verso l'Italia, di compiere questa visita. Ha anche poi spiegato che il viaggio in India, che voleva fare quest'anno, è stato rimandato perché l'India va visitata da sola. Comunque il cambio programma e inserimento del Myanmar è stato "provvidenziale".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali