FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Papa Francesco in Messico: "No a una società di pochi e per pochi"

Il messaggio di Bergoglio durante la Santa Messa a Ecatepec, dove si è recato in elicottero. Sabato la festosa accoglienza e lʼincontro con Prieto a Città del Messico

Papa Francesco in Messico: "No a una società di pochi e per pochi"

"Ogni giorno faccio esperienza di come il sogno di Dio venga minacciato dalla menzogna, da colui che vuole dividerci, generando una società divisa e conflittuale. Una società di pochi e per pochi". Lo ha detto Papa Francesco nel corso della Santa Messa a Ecatepec, in Messico. "Una delle tentazioni che cercano di degradarci" è "la ricchezza, impossessandoci di beni che sono stati dati per tutti, utilizzandoli solo per me o per i miei", ha aggiunto.

Papa Francesco in Messico: "No a una società di pochi e per pochi"

Come è avvenuto a Città del Messico, anche nel popoloso sobborgo di Ecatepec Bergoglio è stato accolto da un mare umano di gente in festa. Durante l'omelia, il Pontefice ha ricordato che "abbiamo scelto Gesù e non il demonio, con il demonio non si dialoga, perché ci può vincere".

Il Messico diventi "una terra che non debba piangere uomini e donne, giovani e bambini che finiscono distrutti nelle mani dei trafficanti della morte", ha detto Francesco. "Quanto ciascuno di voi ha dovuto passare per arrivare fino a qui! - ha proseguito Bergoglio, parlando direttamente alla folla - Quanto avete dovuto camminare per fare di questo giorno una festa, un'azione di grazia! Quanto hanno camminato altri che non hanno potuto arrivare, ma grazie a loro noi abbiamo potuto andare avanti".

"Oggi, seguendo l`invito di Mosè - ha detto Francesco durante l'Angelus - vogliamo come popolo fare memoria, vogliamo essere popolo della memoria viva del passaggio di Dio attraverso il suo Popolo, nel suo Popolo", ha detto Francesco. "Vogliamo guardare i nostri figli sapendo che erediteranno non solo una terra, una lingua, una cultura e una tradizione, bensì erediteranno il frutto vivo della fede che ricorda il passaggio sicuro di Dio per questa terra", ha aggiunto.

"Guardando i vostri figli non posso non fare mie le parole che un giorno il beato Paolo VI rivolse al popolo messicano" in un radiomessaggio del 1970: "Un cristiano non può fare a meno di dimostrare la sua solidarietà per risolvere la situazione di coloro ai quali ancora non è arrivato il pane della cultura o l'opportunità di un lavoro onorevole".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali