FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Iran, Trump boccia accordo sul nucleare: "Tra i peggiori mai fatti". Rohani: "Non può fare quello che vuole"

Il presidente Usa chiede al Congresso e agli alleati di modificare lʼintesa raggiunta da Obama o "verrà cancellata". LʼAlto rappresentate Ue replica: "Non fermiamo un accordo che funziona"

"L'Iran è sotto il controllo di un regime fanatico" a cui non permetteremo di avere la bomba atomica. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Il capo della Casa Bianca, sottolineando che l'accordo con Teheran sul nucleare è "una delle peggiori e più sbilanciate transazioni che gli Usa abbiano mai intrapreso", ha annunciato presto nuove sanzioni. Pronta la risposta del presidente iraniano Rohani: "Trump non può fare quello che vuole".

Se l'amministrazione americana non riesce a raggiungere un accordo con il Congresso e con gli alleati su una nuova intesa con l'Iran "allora l'accordo verrà cancellato". Trump ha sottolineato che ha il potere di revocarlo in qualsiasi momento. "Lavoreremo con i nostri alleati per contrastare le attività del regime", "faremo dei passi per imporre nuove sanzioni più dure all'Iran e ai Guardiani della rivoluzione", ha quindi ribadito.

Per la Casa Bianca, che è sostenuta da Tel Aviv, "l'Iran ha violato più volte l'accordo sul nucleare" firmato nel 2015 da Barack Obama, dalle autorità di Teheran e dagli altri membri del cosiddetto 5+1, ovvero Regno Unito, Francia, Russia, Cina e Germania. Una decisione che lascerà al Congresso la responsabilità di decidere se imporre nuovamente le sanzioni rimosse, mettendo così' fine all'intesa.

"La Storia ha mostrato che più ignoriamo una minaccia, più questa minaccia diventa pericolosa. Vogliamo che l'Iran non ottenga mai le armi nucleari poiché è una dittatura, un regime fanatico. Il regime resta il maggior sponsor del terrorismo e sostiene Al Qaeda, Hamas e altre reti terroristiche. L'accordo sul nucleare iraniano è stato uno dei peggiori nella storia degli Stati Uniti".

Rohani: "Trump non può fare ciò che vuole, Iran è stato rovinato dagli Usa" - Al presidente degli Stati Uniti ha risposto prontamente quello iraniano, Hassan Rohani. "Trump non può fare quello che vuole - ha detto in tv -. L'accordo sul nucleare è "stato ratificato dall'Onu, non è un accordo bilaterale". Pero poi affondare ulteriormente: "Il Paese che ha rovinato l'Iran è stato gli Stati Uniti - ha proseguito -. Trump dimentica che gli Stati Uniti hanno favorito la guerra tra l'Iran e l'Iraq. Allora gli Usa sostenevano Saddam Hussein, l'Iran ha subito bombardamenti missilistici e anche un attacco chimico. Rohani ha anche ricordato il passato nucleare degli Usa. "Come fa Trump a rivendicare il ruolo di paladino contro il nucleare quando gli Usa sono stati i primi ad utilizzare il nucleare non una volta ma due contro un altro Paese?".

Infine il presidente iraniano ha parlato del futuro. "Continueremo a rafforzare le nostre capacità di difesa. Le nostre armi ed i nostri missili sono per la nostra difesa - ha affermato -. Siamo sempre stati determinati nella nostra difesa e lo saremo ancora di più da ora in poi. Abbiamo provato a costruire le armi che ci servivano e da ora in poi faremo più sforzi per continuare a farlo".

Ue, Federica Mogherini: "Accordo sta dando risultati" - "Non possiamo permetterci di mettere fine a un accordo che sta dando risultati" e di cui l'Aiea "ha verificato 8 volte il rispetto". Così l'Alto rappresentante Ue Federica Mogherini ha commentato le dichiarazioni del presidente Usa Donald Trump sull'Iran. L'accordo sul nucleare iraniano "non è una questione interna, ma una risoluzione del Consiglio di sicurezza dell'Onu", mentre "in seguito all'annuncio odierno del presidente Trump, il processo interno Usa, e sottolineo interno, è ora nelle mani del Congresso americano".

Germania-Gb-Francia: per noi l'accordo resta valido - Germania, Francia e Regno Unito "prendono atto" della decisione del presidente Usa, Donald Trump, di non certificare l'accordo con l'Iran sul nucleare, ma restano per parte loro "impegnate" a rispettarlo e a favorire una sua "piena attuazione da tutte le parti". Lo si legge in una dichiarazione congiunta di Angela Merkel, Emmanuel Macron e Theresa May diffusa da Downing Street, nella quale si definisce il mantenimento dell'intesa nel "comune interesse nazionale" di Berlino, Parigi e Londra.

Gentiloni: "Preservare l'accordo è nel nostro interesse" - Per il premier italiano Paolo Gentiloni "preservare l'accordo sul nucleare con l'Iran corrisponde a interessi di sicurezza nazionali condivisi". In una nota Gentiloni dice che "l'Italia prende atto della decisione del Presidente Trump di non rinnovare la certificazione dell'adempimento da parte di Teheran, e si unisce alla preoccupazione espressa dai Capi di Stato e di Governo di Francia, Germania e Regno Unito per le possibili conseguenze".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali