FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Gerusalemme, imbrattata chiesa: spada insanguinata e scritte contro i cristiani

Non è la prima volta che ignoti prendono di mira la chiesa della Dormizione, nella Città Vecchia. Nel 2004 vennero bruciate le croci in legno. Il governo condanna

Gerusalemme, imbrattata chiesa: spada insanguinata e scritte contro i cristiani

L'esterno della chiesa della Dormizione, nella Città Vecchia di Gerusalemme, è stato imbrattato con scritte minacciose in ebraico e con il disegno di una spada insanguinata. Lo ha reso noto Wadie Abunassar, consigliere dell'Assemblea dei vescovi di Terra Santa. Già in passato l'edificio ha subito profanazioni simili. La polizia ha aperto un'inchiesta.

Gerusalemme, imbrattata chiesa: spada insanguinata e scritte contro i cristiani

Le scritte sono dirette contro Gesù e contro i cristiani, considerati "nemici di Israele" e quindi "da mandare all'inferno".

Non è la prima volta che la Dormizione viene presa di mira: nel 2004 addirittura erano stati bruciati pezzi di mobilia e croci in legno. Di recente il cimitero di un monastero cristiano è stato vanddalizzato a Gerusalemme Est.

La condanna del governo - Una dura condanna è stata espressa dal ministro israeliano per la sicurezza interna, Ghilad Erdan. "Non consentiremo ad alcuno di minare alla base la coesistenza fra le religioni in Israele. Non avremo alcuna tolleranza verso chi colpisce alla base la democrazia israeliana e la libertà di culto".

Patriarcato: "Atto deplorevole" - "E' deplorevole che questi episodi di odio arrivino 50 anni dopo la 'Nostra Aetate' che ha gettato le basi del dialogo interreligioso tra la Chiesa cattolica con le altre fedi e che ha avviato una nuova pagina con l'ebraismo". Lo ha detto il Patriarcato Latino di Gerusalemme condannando "fortemente l'aggressione" alla Chiesa della Dormizione imbrattata questa mattina con graffiti anticristiani in ebraico.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali