FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Forze speciali Usa in Iraq per combattere lo Stato islamico

Il segretario alla difesa Ashton Carter: "Cattureremo o uccideremo i terroristi ovunque li troveremo". Per ora inviate circa 200 unità

Forze speciali Usa in Iraq per combattere lo Stato islamico

"Forze speciali Usa sono sbarcate in Iraq per condurre operazioni contro l'Isis, nell'ambito di un ampio sforzo nel 2016 per colpire i militanti del Califfato e che include truppe per operazioni speciali in Siria": lo ha annunciato il segretario alla difesa Usa Ashton Carter, parlando a circa 200 soldati nella sede della 101/ma divisione aviotrasportata. "Uccideremo o cattureremo i terroristi ovunque li troveremo", ha detto Carter.

"L'invio di forze speciali annunciato nel mese di dicembre è ormai in atto e i soldati si apprestano a lavorare con gli iracheni per iniziare nuovi attacchi contro i militanti e i leader Isis", ha dichiarato Carter parlando da Fort Campbell, in Kentucky.

In Iraq sono stati inviati circa 200 uomini, che saranno separati dalle altre truppe inviate a fine anno in Siria (circa 50 soldati) per coordinarsi sul terreno con i ribelli appoggiati dagli Usa.

Carter ha poi ricordato l'incontro della prossima settimana a Parigi con i ministri della Difesa da sei nazioni - Francia, Gran Bretagna, Australia, Germania, Italia, e Paesi Bassi.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali