FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Charlie Hebdo, copertina sulla strage: "Un anno dopo lʼassassino è ancora in libertà"

Eʼ la copertina disegnata da Riss del numero anniversario in edicola il 6 gennaio. I musulmani francesi: offende tutti i credenti delle diverse religioni

Charlie Hebdo, copertina sulla strage: "Un anno dopo l'assassino è ancora in libertà"

"Un anno dopo, l'assassino è ancora in libertà". Mitraglietta sulle spalle, vestiti pieni di sangue, sguardo tra l'aggressivo e lo spaventato, dio (ma un dio generico, di tutte le religioni), dopo avere ucciso giornalisti e vignettisti di Charlie Hebdo ai primi di gennaio, non è stato ancora arrestato. E' la copertina disegnata da Riss del numero anniversario della strage di Charlie Hebdo in edicola il 6 gennaio, un anno dopo gli attacchi.

Charlie Hebdo, copertina sulla strage: "Un anno dopo l'assassino è ancora in libertà"

I musulmani francesi hanno condannato la copertina del numero speciale di Charlie Hebdo. Il presidente del Consiglio nazionale del culto musulmano, Anouar Kbibech, dice di essere "ferito" dall'immagine stampata: si vede infatti una rappresentazione di Dio con un kalashnikov in spalla e con l'abito insanguinato. E a "Le Parisien" dice: "Colpisce tutti i credenti delle diverse religioni".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali