FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Cessate il fuoco in Siria, Assad: pronta unʼamnistia per i ribelli

"I terroristi hanno violato fin dalle prime ore il cessate il fuoco; depongano le armi e troveremo un accordo", dice il presidente

Cessate il fuoco in Siria, Assad: pronta un'amnistia per i ribelli

"Faremo la nostra parte affinché il tutto funzioni". Lo dice il presidente siriano Bashar al Assad, a proposito del cessate il fuoco in vigore da sabato scorso. Assad offre ai ribelli "un'amnistia" e "un ritorno alla loro vita civile normale" a patto che "depongano le armi". "I terroristi hanno violato fin dalle prime ore il cessate il fuoco, l'esercito ha evitato al contrario ritorsioni, per lasciare aperte le chance di una tenuta dell'accordo".

"Alla fine tutto ha un limite. Dipende anche dall'altra parte", ha aggiunto Assad in un'intervista alla tv tedesca ARD, respingendo inoltre ogni responsabilità, secondo quanto riferisce l'emittente, per la guerra civile in Siria.

Assad offre ai ribelli "un'amnistia senza limiti". "Depongano semplicemente le armi. Il fatto che vogliano partecipare a un processo politico, oppure che al contrario non siano affatto interessati a questo, o che non seguano un'agenda politica, per me non conta".

"Per me l'importante dal punto di vista giuridico e costituzionale, nell'interesse del popolo siriano - ha continuato - è che non si ha il diritto di andare in giro con armi e blindati e indirizzarli contro i cittadini e i loro beni".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali