FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Belgio, si ritrova con 2mila miliardi sulla carta: per 5 giorni è il più ricco al mondo

I tecnici antifrode non si sono ancora spiegati come e da dove sia arrivato lʼaccredito da capogiro. Dopo le verifiche, la banca ha provveduto a cancellare la somma

Belgio, si ritrova con 2mila miliardi sulla carta: per 5 giorni è il più ricco al mondo

Per un puro caso, per qualche ora, un belga è diventato a sua insaputa l'uomo più ricco dell'intero pianeta. Un abitante di Dinant, Luc Mahieux, ha infatti scoperto che qualcuno mercoledì aveva versato sulla sua carta Visa la sbalorditiva cifra di oltre 2mila miliardi di euro. La strana sensazione di essere il più ricco di tutti i tempi è durata fino a 5 giorni dopo, quando la banca ha cancellato la somma.

"Ho pensato che avrei risolto tutti i miei problemi", racconta con una risata amara all'emittente locale MaTelè Luc Mahieux, che è un assistente parlamentare. L'uomo ha poi voluto liquidare la faccenda con una battuta sul suo account Facebook, precisando a tutti i suoi "futuri" potenziali amici di non avere più soldi.

L'Iban di provenienza della somma corrispondeva a quella di un sito famoso di cui avrebbe di recente cancellato l'abbonamento, che gli costava un prelievo fisso di 30 euro al mese. Ma i tecnici antifrode non si sono ancora spiegati come una simile somma sia arrivata sul suo conto e da dove.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali