FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Attentato a Nizza, ok dalla Camera francese allo stato di emergenza

Misure prolungate di sei mesi, alla polizia poteri extra per effettuare perquisizioni ed eseguire arresti domiciliari

Attentato a Nizza, ok dalla Camera francese allo stato di emergenza

L'Assemblea nazionale di Francia ha approvato l'estensione dello stato di emergenza nel Paese per sei mesi, dopo il massacro della scorsa settimana a Nizza. Lo riportano i media francesi. Alla polizia andranno poteri extra per effettuare perquisizioni ed eseguire arresti domiciliari. E' la quarta volta che la Camera francese ha proposto di prolungare lo stato d'emergenza e ora la decisione deve essere approvata dal Senato.

Lo stato di emergenza è in vigore sul territorio francese dallo scorso novembre, dopo gli attentati di Parigi. L'estensione permetterà alla polizia poteri straordinari fino alla fine del gennaio 2017. La palla passa ora al Senato, che dovrà approvare le misure dell'Assemblea nazionale. Tra i provvedimenti previsti, l'irrigidimento di alcune disposizioni, come sull'ispezione dei telefoni cellulare e dei computer sequestrati, la perquisizione di case e l'arresto di persone senza l'assenso preventivo dei giudici.

L'opposizione di sinistra ha votato contro la proroga dello stato di emergenza, ritenuto non efficace per contrastare la minaccia dei terroristi.

Intanto è previsto per il pomeriggio di mercoledì, a Malpensa, il rientro delle salme delle vittime italiane dell'attentato di Nizza.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali