FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

5/3/2011

Ucciso uomo accusato di blasfemia

Pakistan:era libero per mancanza indizi

Era stato accusato di blasfemia, incarcerato e poi liberato per insufficienza di prove. Una volta fuori di prigione però Mohammed Imfran, un pakistano, è stato ucciso da uomini armati alla periferia di Rawalpindi, città gemella di Islamabad. L'uccisione avviene a soli due giorni dal brutale omicidio del ministro delle Minoranze Shahbaz Bhatti.

Secondo quanto riferito dalla polizia, Imran era stato rilasciato da un tribunale locale circa tre settimane fa per mancanza di prove e si trovava in un negozio vicino alla fermata dell'autobus quando è stato crivellato dai proiettili sparati da un gruppo di assalitori con il viso coperto.

"Due persone sono entrate nel locale e lo hanno ucciso, mentre un terzo è rimasto fuori", ha raccontato un testimone.

Imran era stato arrestato insieme con l'amico Sajid Mehmoon nell'aprile del 2009 per violazione della legge blasfemia dopo una lite con alcuni residenti locali. Uno di loro li aveva accusati di aver insultato il nome di Maometto e aveva sporto denuncia alla polizia per questo motivo. Ma poi i giudici avevano riscontrato che gli indizi non erano sufficienti all'incriminazione e avevano ordinato la scarcerazione.

Ultimo aggiornamento ore 15:42


Windows Live Condividi con Messenger
  • Condividi > 
  • Ok Notizie
  • Delicious
  • Digg
  • Twitter
  • Facebook
  • Google Bookmark
  • Badzu
  • Reddit
  • Technorati
  • Yahoo Bookmark