FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

13/10/2008

Berlusconi:"Bush grande presidente"

Visita negli Usa:"Storia lo dimostrerÓ"

"La storia dirÓ che George W. Bush Ŕ stato un grande, grandissimo presidente degli Stati Uniti": lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, nella cerimonia di benvenuto organizzata alla Casa Bianca. Molti i temi discussi nello studio ovale, in primis la crisi economica ma anche la lotta al terrorismo. "Sono stato onorato di poter cooperare con te, un uomo di grandi ideali e principi", ha detto il premier nel salutare Bush.

Il presidente del Consiglio italiano ha ringraziato il presidente degli Stati Uniti George W. Bush per averlo invitato alla Casa Bianca per festeggiare il Columbus Day, "un giorno che segna l'amicizia tra gli Stati Uniti e il mio Paese". Berlusconi ha definito Bush "un uomo di grandi principi, grandi ideali, grande visione, ma soprattutto uno che ha il coraggio di perseguire questa visione. In lui non ho mai visto il calcolo del politico ma la spontaneitÓ e la sinceritÓ di colui che crede in quello che fa".

La lotta al terrorismo
"Continueremo a restare al vostro fianco finchŔ i nemici della libertÓ, che non hanno alla base delle loro decisioni l'amore, non saranno completamente sconfitti". Ha detto ancora il premier durante la cerimonia. "Mi Ŕ stato facile", ha proseguito Berlusconi rivolto al presidente statunitense "condividere le tue decisioni fondate sull'amore della libertÓ, la democrazia e il rispetto per gli altri.

La crisi finanziaria
"Ieri a Parigi", al vertice dei Paesi dell'Eurogruppo, "abbiamo approntato rimedi e assunto decisioni che sono convinto potranno essere positivi e far sý che la crisi dei mercati finanziari non coinvolga l'economia reale". Lo ha ribadito il premier Silvio Berlusconi. Nell'intervento di saluto anche Bush ha fatto un riferimento alla crisi finanziaria: "Stiamo lavorando per risolvere i problemi dei mercati finanziari e continueremo a prendere azioni decisive per ripristinare il credito".