ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
28/9/2006

Tiene in ostaggio scuola e s'uccide

Usa, ferita a morte una studentessa

Ore di tensione in un liceo del Colorado quando un senzatetto si è barricato all'interno tenendo in ostaggio diversi ragazzi. Alla fine il sequestratore si è ucciso ma prima ha ferito a morte una ragazza. La polizia aveva cercato di fermare l'uomo facendo irruzione poco prima che iniziasse a sparare. Inizialmente, l'uomo aveva preso in ostaggio sei persone, di cui quattro erano state poi rilasciate nelle ore successive.

La vicenda ha avuto inizio poco prima di mezzogiorno quando l'uomo aveva fatto irruzione nel liceo Platte Canyon. I circa 800 studenti del liceo e di una vicina scuola media erano stati immediatamente evacuti con una scena che aveva evocato le memorie della strage al liceo Columbine di Littleton, sempre nel Colorado, nel 1999.

La polizia, nel rendere nota l'identità dell'uomo, ha spiegato di aver deciso di agire perché aveva abusato sessualmente di almeno una delle ragazze sue prigioniere. Il movente di Dwayne Morrison (questo il nome dell'uomo) "resta un mistero", ha detto lo sceriffo locale Fred Wegener, aggiungendo di aver preso la decisione di intervenire perché l'uomo "ha traumatizzato e assalito i nostri figli", specificando poi che l'aggressione "é stata di natura sessuale". Morrison é entrato in un liceo a Bailey, a sudovest di Denver, armato di una pistola semiautomatica e di un revolver, sostenendo poi di avere una bomba nello zaino.

Dopo aver esploso alcuni colpi di pistola, l'uomo ha fatto uscire da una classe gli studenti maschi e ha scelto sei ragazze come ostaggio. Durante una trattativa con la polizia, Morrison ne ha rilasciate quattro, ma ha interrotto ogni contatto quando è rimasto con le ultime due. Wegener ha fatto intervenire uno Swat Team, ha spiegato, dopo aver appreso che l'uomo aveva abusato sessualmente di almeno una
delle ragazze. Appena gli agenti hanno fatto irruzione, Morrison ha sparato a Emily Keyes, 16 anni, uno degli ostaggi (la ragazza è morta in ospedale) e si è tolto la vita.