ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
23/9/2006

Iraq, autobomba a Sadr City

Si contano almeno 31 morti

Ennesimo attacco terroristico in Iraq nel primo giorno di Ramadam per i sunniti. Un'autobomba è esplosa a Sadr City, a Baghdad, uccidendo almeno 31 persone e ferendone molte altre. Lo ha annunciato la polizia irachena. I feriti nell'attentato, sempre secondo la polizia, sono 24. Sadr City, estesissimo e a maggioranza sciita, è uno dei quartieri più poveri della capitale irachena. 
  

L'attentato ha aperto la prima giornata di Ramadam per i sunniti iracheni. Ma la carneficina è avvenuta nel quartiere sciita della capitale, uno dei luoghi più popolosi e difficili di Baghdad. Lo era ai tempi di Saddam Hussein, quando era considerata una specie di confino degli oppositori al regime, lo è oggi sotto il controllo sempre più farraginoso delle truppe americane e delle nuove autorità irachene.

E' molto probabile che l'attacco si inserisca nella spirale di violenza ed odio che ormai da tempo si è innescata tra sciiti e sunniti e che rischia di fare scivolare il Paese in una guerra civile in piena regola. Il metodo sempre lo stesso: provocare un'esplosione di grandi dimensioni in una zona affollata per fare quanti più morti possibili. Straziati a terra sono rimasti in corpi di decine di civili inermi. Almeno 26 sono morti sul colpo, altrettanti lottano tra la vita e la morte negli ospedali cittadini.