ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
26/1/2006

Palestina, vittoria ufficiale Hamas

Conquistati 76 seggi, 43 per Al Fatah

Colpo di scena durante lo scrutinio dei voti in Palestina. Contrariamente a quanto anticipato dai primi exit poll, che davano Al Fatah in vantaggio, la maggioranza dei seggi del Consiglio legislativo palestinese è andato ad Hamas, che ha già fatto sapere come "non riconosceremo lo Stato di Israele". Secondo la Commissione elettorale centrale il movimento estremista ha ottenuto 76 seggi contro i 43 di Al Fatah.

Fonti di Hamas parlano di una vittoria schiacciante: 75-80 seggi su un totale di 132. Indiscrezione confermata anche da una fonte anonima di Al Fatah al quotidiano israeliano Haaretz. I vertici del partito moderato guidato dal presidente Abu Mazen hanno già rilasciato alcune dichiarazioni di resa, lasciando presagire la vittoria del movimento estremista. L'annuncio dei risultati ufficiali è stato rinviato alle 19 di giovedì (le 18 In Italia).

Hamas: "Tregua con Israele, se fanno lo stesso"
L'organizzazione estremistica di Hamas ha fatto sapere di essere disposta a rinnovare la tregua con Israele. "Se continuano ad impegnarsi per quella che viene chiamata la situazione di calma, allora anche noi continueremo: in caso contrario, non avremo altra opzione se non quella di proteggere il nostro popolo e la nostra terra", ha detto il principale dirigente di Hamas, Mahmoud Zahar.

Fatah lascia governo ma Hamas propone collaborazione
Il premier palestinese Abu Ala e tutti i ministri del suo governo hanno presentato le dimissioni. Lo ha riferito l'ufficio del primo minstro dimissionario. La decisione è arrivata dopo i primi risultati (non ancora ufficiali) delle elezioni svoltesi mercoledì che indicano un'affermazione dell'organizzazione estremista islamica di Hamas. "Hamas faccia il nuovo governo" ha affermato Abu Ala.

Il movimento islamico Hamas ha poi fatto sapere di essere detto pronto a cooperare con Al Fatah e ha affermato che presto cominceranno le consultazioni col presidente Abu Mazen (Mahmud Abbas) per la formazione di un nuovo governo palestinese. nello stesso tempo, però, Mushir al Masri, uno dei leader di Hamas, ha sottolineato come "i negoziati con Israele non sono nella nostra agenda. E neanche riconoscere Israele fa parte della nostra agenda. Questa vittoria dimostra che Hamas è incamminata lungo la strada giusta. Non inganneremo il nostro popolo".

L'Iran esulta per la vittoria di Hamas
L'Iran si è congratulato con Hamas per la sua vittoria nelle elezioni legislative e ha salutato la scelta dei palestinesi per la "continuazione della resistenza" all'occupazione israeliana. In un comunicato, il portavoce del ministero degli Esteri Reza Assefi ha precisato che "votando per Hamas i palestinesi hanno scelto la resistenza".

Sale la tensione: scontri tra attivisti Al Fatah e Hamas
Cresce la tensione a Ramallah dopo l'esito delle elezioni palestinesi. Violenti scontri sono scoppiati all'esterno della sede del Consiglio legislativo, tra attivisti di Al Fatah e sostenitori di Hamas. Gli uomini delle due fazioni hanno cominciato a lanciare pietre e rompere i vetri delle finestre. Secondo quanto si apprende, dopo un'irruzione, alcuni attivisti avrebbero issato la bandiera di Hamas sul Parlamento.