ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
25/2/2005

Telefonate gay per Al Zarqawi

Intercettata conversazione satellitare

Al Zarqawi, il capo dei terroristi iracheni ed uno dei più pericolosi criminali internazionali potrebbe essere omosessuale.Lo rivelano alcune intercettazioni relative ad una telefonata avuta da Zarqawi con Shadi Abdallah, 29enne ex guardia del corpo di Osama bin Laden e gay dichiarato. Nella conversazione i due terroristi si scambiano amorevoli convenevoli e frasi che normalmente si sentono dire da due fidanzati.

Nella telefonata "rubata" inserendosi sulle frequenza di un apparecchio satellitare, i due parlano della necessità di un viaggio a Shadi e dichiarano apertamente di volerlo fare insieme. Ma quel che emerge in maniera chiara dalla telefonata è la preoccupazione tipica di due persone che si amano e che per diversi motivi sono costrette a restare lontano.

Al Zarqawi infatti domanda al suo interlocutore:"Fammi star tranquillo, dimmi come stai? Come va con la tua religione? Mi Manchi, e chiedo sempre di te". La risposta di Abdallah è dello stesso tono:" Anche tu mi manchi, e io chiedo di te ancora più spesso. Comunque sto bene, Allah sia ringraziato". Il documento è sicuramente un caso raro nel panorama delle indagini sul terrorismo internazionale in quanto solitamente le conversazioni che si riescono a "catturare" sono relative ad attentati e al fanatismo religioso.

La particolarità del rapporto tra i due terroristi sarebbe stato confermato proprio di recente dallo stesso Shadi Abdallah che, interrogato in videoconferenza dal pm italiano Elio Ramondini che indaga sulla cellula italiana di Al Qaeda, alla domanda relativa ai suoi rapporti con Al Zarqawi avrebbe risposto senza esitazione:"Avevamo una relazione...".