TG COM

!! AVVISO !! Se non vedi la grafica probabilmente stai usando un browser che non supporta gli standards web, hai comunque la piena accessibilita' ai contenuti di questo sito

ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
12/5/2004

Brasile, espulso reporter anti-Lula

Accusa il presidente di alcolismo

E' stato sospeso con effetto immediato il visto del corrispondente del 'New York Times' in Brasile a causa di un articolo che accusava di alcolismo il presidente Lula. Larry Rohter, autore del pezzo, ha affermato che Lula è incline ad alzare troppo il gomito e a suffragio della sua tesi ha citato tutta una serie di gaffe del presidente. Il governo brasiliano sta anche valutando la possibilità di fare causa al quotidiano.

La sospensione del visto comporterà l'espulsione di Rohter dal Paese. L'articolo del quotidiano newyorchese, pubblicato sabato scorso, era intitolato: "L'abitudine di bere del presidente brasiliano diventa una preoccupazione nazionale".

"Di fronte al reportage superficiale, menzognero e offensivo per l'onore del presidente della Repubblica (...) con grave pregiudizio per l'immagine del Paese all'estero, il ministero della Giustizia considera sconveniente la presenza sul territorio nazionale (del giornalista)", afferma il comunicato.

In precedenza, Lula, interrogato sull'articolo, aveva risposto che "non conviene a un presidente rispondere a una tale scempiaggine". "L'autore (dell'articolo), che non mi conosce e che io non conosco, deve preoccuparsi più di me", aveva aggiunto, precisando che l'affare e' di competenza del ministero della Giustizia. Fin da domenica, il governo aveva reagito "con indignazione" all'articolo, definendolo espressione della "peggiore specie di giornalismo".