> Tgcom24 > Mondo > Guerra in Mali, l'Italia al fianco della FranciaSale rischio terrorismo dopo attacco in Algeria
17.1.2013

Guerra in Mali, l'Italia al fianco della Francia
Sale rischio terrorismo dopo attacco in Algeria

Supporto logistico agli uomini di Hollande. Preoccupazione per i lavoratori italiani in Nordafrica

09:54 - Anche l'Italia si schiera al fianco della Francia nella guerra in Mali, annunciando di essere pronta a fornire "supporto logistico" alle forze di Parigi. La conferma è arrivata dai ministri degli Esteri e della Difesa, Giulio Terzi e Giampaolo Di Paola. Con la scesa in campo di Roma, e dopo l'attacco in Algeria, sale anche nel nostro Paese il timore di attentati e la preoccupazione per i lavoratori italiani impegnati in Nordafrica.
"Forniremo solo supporto logistico: collegamenti aerei e rifornimenti in volo", è stato chiarito dal governo. Ma già si parla di ampliare a droni e basi, con la prospettiva - la decisione sarà presa oggi a Bruxelles in un vertice straordinario dei ministri degli Esteri - di inviare in Mali 250 uomini formatori per contribuire all'addestramento di un esercito nel Paese. Con il decreto missioni l'Italia dovrebbe inviarne 24, ma Roma potrebbe anche rivedere l'impegno.

A preoccupare, ancora una volta, è il terrorismo. Soprattutto dopo l'azione di Al Qaeda in Algeria che ha dato il via alla vendetta per l'attacco francese. Con la decisione del governo, anche l'Italia diventa un obiettivo sensibile e la preoccupazione è soprattutto per i nostri connazionali impegnati nei Paesi del Nordafrica.
OkNotizie
 
Le notizie del giorno
 
 
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile