FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

"Hai il cancro", mentono al figlio 13enne per intascare donazioni

È successo in Florida. Il ragazzo credeva da otto mesi di essere in fin di vita

"Hai il cancro", mentono al figlio 13enne per intascare donazioni

Un ragazzino tredicenne era convinto da otto mesi di avere un cancro terminale al cervello. Glielo avevano raccontato i genitori, ma era tutto falso: avevano usato la finta tragedia per raccogliere donazioni nella scuola del figlio e via internet. È successo a Fort Walton Beach, in Florida. I due, Robert Long (47 anni) e Ginny Irovando (34), sono stati arrestati con l'accusa di frode e maltrattamento di minore.

A scuola, il ragazzino aveva raccontato di avere più di un tumore al cervello, e di essere destinato a morire presto. A novembre, i suoi genitori avevano organizzato un evento nell'istituto per vendere delle magliette e – così dicevano – usare il ricavato per pagare le spese mediche. Oltre alle nove magliette vendute, avevano raccolto 1000 dollari con un crowdfunding online.

A fine dicembre, la madre aveva scritto un post su Facebook in cui definiva "un miracolo" il fatto che il figlio fosse sopravvissuto al Natale: "Solo Dio – aveva aggiunto – sa quando verrà il suo momento". Il ragazzino in foto, tuttavia, non mostrava alcun segno di una malattia. ​Un dipendente della scuola aveva raccontato alla polizia delle varie iniziative, e lì sono cominciate le indagini. Ora che i due sono stati arrestati, i donatori potranno riavere il proprio denaro.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali