ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
3/7/2006

Lippi: "E' partita delle partite"

"Camoranesi ha recuperato, Nesta no"

Mauro Camoranesi sì, Alessandro Nesta no. La conferma arriva da Marcello Lippi, alla vigilia della semifinale con la Germania. "Camoranesi ha recuperato - ha detto il ct - Nesta non è disponibile". Sulla sfida di Dortmund: "E' la partita delle partite per tutti gli italiani e i tedeschi". Su Frings: "Nessuno da parte nostra ha mosso una virgola perchè succedesse questo - ha aggiunto - E' stato un fulmine a ciel sereno".

E' la vigilia più attesa in questo Mondiale per l'Italia che si appresta a giocarsi l'accesso alla finale di domenica a Berlino. In conferenza stampa, Marcello Lippi sottolinea che la squalifica di Frings non peserà più di tanto per la Germania: "E' chiaro che è un giocatore importante - ammette - ma la loro voglia di vincere compenserà la sua assenza. Una squadra che raggiunge le semifinali possiede senz'altro classe, gioco e molti talenti individuali su cui contare". Dopo aver conquistato una semifinale, su cui non in molti erano pronti a scommettere a inizio torneo, il Ct si gode il momento di serenità: "Ho letto riconoscimenti positivi per la serietà del nostro lavoro e della nostra programmazione. Cose molto belle, anche da parte del Commissario straordinario e della Federazione in generale. Mi fanno piacere". Le sensazioni di Lippi alla vigilia sono "buone". Ma il ct azzurro va oltre: "Siamo forti, metteremo in campo le molte qualità che ha questa squadra. La forza dei giocatori, la determinazione, la grinta, la voglia di vincere. Dall' altra parte c'è la Germania. che è il paese organizzatore con tutto quel che ne consegue. Questo ci spinge al realismo". 
 
"Comunque vada sarà un successo" è un motto che non gli piace: "Innesca inconsciamente un meccanismo di appagamento - ha dichiarato a margine della conferenza stampa a Dortmund - cerchiamo di approfittare di quello che ci sta capitando". Il tecnico viareggino è quindi tornato a parlare del rinnovo del suo contratto alla guida della nazionale italiana: "Ho detto tante volte e lo ribadisco, appena finito il mondiale ci metteremo a parlare".