FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Dissidia Final Fantasy NT - La recensione

Lʼibrido di Square Enix fra picchiaduro e gioco di ruolo dʼazione è arrivato in esclusiva su PlayStation 4

Dissidia Final Fantasy NT, l’ibrido fra picchiaduro e gioco di ruolo d’azione, lascia le sale giochi giapponesi per arrivare in esclusiva su PlayStation 4, mettendo ancora una volta in gioco gli eroi e le nemesi più famose dell’intera saga di Final Fantasy. Sviluppato in collaborazione con Team Ninja, il gioco abbandona gli scontri 1 contro. 1 per passare interamente al multigiocatore, una scelta che ha portato a inevitabili cambiamenti nel sistema di combattimento. Anche la storia, pilastro portante dei due precedenti capitoli poiché orientati sul giocatore singolo, si accorcia introducendo però elementi interessanti.

Dissidia Final Fantasy NT è stato costruito da zero per meglio adattarsi alla realtà multigiocatore e se avete giocato ai titoli precedenti, dimenticate tutto quello che avete imparato perché questo nuovo capitolo, pur rispettando le proprie origini, cambia completamente il modo di giocare. Sia che vi vogliate cimentare nelle battaglie online o locali, sia nella campagna, dovrete scendere in campo con una squadra formata da tre personaggi, uno controllato da voi e gli altri dal computer (o dai vostri compagni nel caso di partite online). Ci sono ventotto personaggi a disposizione, destinati ad aumentare nel corso del tempo attraverso DLC, caratterizzati da uno stile di combattimento differente e suddivisi in quattro classi: Avanguardia, Specialista, Tiratore e Assassino.

Considerata la quantità di personaggi, ciascuno con le proprie mosse, si capisce come Dissidia Final Fantasy NT incoraggi la sperimentazione, aspettandosi che il giocatore impari dall’esperienza senza basarsi su un interminabile elenco di mosse da memorizzare. È sempre stato un tocco rinfrescante fin dagli esordi della saga, che l’ha distinta dagli altri giochi del genere.

Dissidia Final Fantasy NT, come del resto i due precedenti, si distingue per due tipologie di attacco: HP, che come suggerisce il nome intaccherà la barra vitale dell’avversario, e Audacia che invece si concentrerà su quella che potremmo definire la sua forza d’attacco. Per aumentare i danni HP serve consumare l’Audacia, che se portata a zero manderà in shock il nemico dandoci un bonus in più. È chiaro come sia necessario trovare il giusto equilibrio fra i due attacchi, sapendo quando possiamo permetterci di accumulare Audacia e quando invece è più opportuno mirare alla vita dell’avversario. Il gioco, dunque, preferisce la tattica alla forza bruta.

Ciascun personaggio dispone di più attacchi HP ma ne può utilizzare uno solo in battaglia, da scegliere prima di cominciare, e tre cosiddette abilità EX: una è propria per il singolo eroe mentre le altre due si possono cambiare in base a quelle guadagnate facendolo salire di grado. Dissidia Final Fantasy NT lega l'esperienza a ognuno dei personaggi, il che si traduce nel dover investire un ragionevole lasso di tempo per capire cosa siano davvero in grado di fare. Se da un lato tutto questo è gratificante, vuole anche dire che scalare le classifiche (siano online o locali) richiede un discreto impegno in termini di allenamento.

Non sarebbe un Final Fantasy senza Evocazioni. Gli sviluppatori ne erano consapevoli e hanno implementato queste mitologiche creature nel sistema di combattimento, rendendole un vero e proprio aspetto chiave capace di ribaltare le sorti di uno scontro: dopo aver accumulato abbastanza energia da riempire l’apposita barra, spezzando il nucleo che di tanto in tanto apparirà sul campo, saremo in grado di richiamare al nostro fianco l’Evocazione scelta prima di iniziare. È un processo che lascia indifesi per alcuni, preziosi secondi ma agendo in squadra si riduce notevolmente il tempo necessario a effettuare l’azione.

La condizione di vittoria necessaria per trionfare durante la maggior parte degli incontri è consumare la barra della vita avversaria, suddivisa in tre segmenti, mettendo KO gli avversari. Non ha importanza che siano tutti diversi: potete anche inferire continuamente su un solo avversario, se volete. Conta il numero di KO, non chi li subisce. Parlando del combattimento di per sé è veloce e frenetico, non manca di essere caotico in alcuni momenti e si potrebbe essere spaesati le prime volte ma bastano poche partite per entrare nel ritmo e sviluppare quella visione d'insieme utile a tenere sotto controllo i dintorni, anche quando non sono nel nostro campo visivo. Il sistema di puntamento richiede un poco di più per essere padroneggiato ma il tutorial e le battaglie contro l'intelligenza artificiale servono proprio a prepararci per uno scontro online con giocatori reali. Al di là di queste osservazioni, l'interfaccia utente è in generale più pulita rispetto alla versione iniziale: molti elementi sono stati snelliti, lasciando la visuale più libera senza perdite sotto il profilo dell'efficacia.

Dissidia Final Fantasy NT comprende altre tre modalità oltre alle battaglie online: Caccia al Nucleo, Incursioni e Campagna. Quest’ultima è l’aspetto più peculiare del gioco: la storia ha uno svolgimento breve se paragonato ai precedenti capitoli, più focalizzato sul fanservice che sulla coerenza narrativa, ma ciò non significa che non vi sia una trama di fondo, tutt'altro. Prende il via dopo gli eventi del primo Dissidia e gli eroi, convinti di aver concluso la loro missione nel regno per cui sono stati chiamati a combattere, sono improvvisamente evocati un’altra volta in quella stessa terra, ora ridotta in macerie, da una divinità diversa da quella che hanno conosciuto. Distribuita su più nodi narrativi, caratterizzati da filmati e combattimenti, la storia si sblocca spendendo le Memoriae: si tratta di oggetti ottenibili salendo di livello sia nell'online che nelle battaglie locali, permettendo così di seguirla anche a chi non si è ancora abituato alla frenesia implacabile delle battaglie fra giocatori. Gli scontri legati alla storia sono pochi ma rappresentano una buona sfida per gli appassionati e un impegno per chi si avvicina al gioco per la prima volta.

Nel complesso dunque pare che Dissidia Final Fantasy NT sia la perfetta conclusione della saga, un capitolo visivamente bellissimo fatto apposta per andare incontro alle aspettative dei fan e rendendosi accessibile nel contempo anche a chi non ha mai provato uno degli altri episodi. Ma per quanto lodevole sia il lavoro svolto da Hazama e dal suo team, il gioco presenta in fase online due problemi da tenere in considerazione: il primo riguarda il matchmaking, potratto a volte per più di un minuto e che potrebbe concludersi assegnando un compagno gestito dall'intelligenza artificiale. Il secondo e più importante problema è il netcode. È sufficiente che un giocatore non abbia una connessione ottimale perché tutta la partita ne sia inficiata in modo pesante, con blocchi del match in attesa di riconnessione e una purtroppo probabile espulsione dall'incontro. Seppur grave, rimane un problema contenuto e risolvibile con una patch.

Dissidia Final Fantasy NT si apre con successo all'esperienza multigiocatore, presentando un sistema di combattimento riadattato, semplice da imparare ma impegnativo se si vogliono perfezionare le proprie capacità con ciascun personaggio. L'interfaccia utente è stata resa più leggera rispetto a quella vista mesi fa e ogni elemento trova ora il suo posto, dimostrandosi indispensabile per dominare la partita. Al netto purtroppo di un netcode instabile che penalizza pesantemente tutti i giocatori e di un matchmaking un po' lento (nulla che una patch non possa sistemare), Dissidia Final Fantasy NT ci si presenta come un'ottima trasposizione su PlayStation 4 di un gioco nato in sala giochi e arricchito per gli utenti console. Graficamente, animazioni fluide e colori intensi dominano la scena sullo sfondo delle ambientazioni più iconiche prese dai capitoli della saga. Ottima ancora una volta la colonna sonora. Dissidia Final Fantasy NT è ciò che si definisce un fanservice fatto bene.



Come lo abbiamo giocato

Abbiamo giocato a Dissidia Final Fantasy NT su PlayStation 4 Pro per circa quindici ore, provando tutte le modalità a disposizione. La Campagna richiede qualche ora per essere completata, dipende dal tempo occorso per raccogliere le Memoriae necessarie.


Può piacere a chi…
… ama la saga di Final Fantasy
… vuole un picchiaduro diverso dal solito
… non ha paura di mettersi alla prova

Potrebbe deludere chi…
… cerca un gioco più semplice
… non ama i combattimento caotici
… non è a suo agio con il multigiocatore

Dissidia Final Fantasy NT è un gioco consigliato ai maggiori di 12 anni.
 

 
 

Vieni su IGN Italia per altre notizie e video su questo gioco!

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali