FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Lo scandalo molestie travolge i videogiochi: ritirato un premio al papà di Pong

La Game Developers Conference ha annullato la premiazione a Nolan Bushnell, fondatore di Atari, che avrebbe dovuto ricevere il riconoscimento di pioniere del mondo dei videogiochi

Lo scandalo molestie travolge i videogiochi: ritirato un premio al papà di Pong

Lo scandalo molestie non risparmia nessuno: all'interno della GDC 2018 (Game Developers Conference), evento internazionale dedicato agli sviluppatori e gli addetti ai lavori del settore dei videogiochi che si tiene ogni anno a San Francisco, Nolan Bushnell, co-fondatore e padre di Atari, avrebbe dovuto ricevere il premio "Pioneer Award".

Lo scenario si è completamente ribaltato, quando, in seguito a una polemica su i suoi presunti atteggiamenti sessisti sul posto di lavoro ai tempi di Atari, l'organizzazione della GDC ha deciso di ritirare il premio, che non sarà più regolarmente assegnato durante i giorni di fiera (19 - 23 marzo).

In modo molto simile al movimento Me Too (#MeToo), anche la discussione sul comportamento di Nolan Bushnell si è diffusa su Twitter con un hashtag promosso dalla candidata Democratica al Congresso degli Stati Uniti Brianna Wu: #NotNolan.

Tra le azioni di Bushnell rientrerebbero delle riunioni aziendali tenute in delle vasche idromassagio, all'interno delle quali le colleghe donne pare fossero insistentemente invitate ad entrar nude.

Bushnell ha co-fondato Atari nel 1972. L'azienda americana fu al centro della rivoluzione tecnologica e di sviluppo dei videogiochi nel pieno degli anni '80 grazie al successo di Pong e dell'Atari 2600. Annunciando il suo premio come pioniere dell'industria dei videogiochi che avrebbe ricevuto nel mese di marzo, la GDC esclamò: “Nolan Bushnell ha guidato Atari nel divenire una forza dominante nel mondo dei videogiochi".

In seguito alla notizia, Bushnell ha commentato così l'accaduto:

“Se le mie azioni personali o le azioni di qualsiasi persona che ha lavorato con me hanno offeso o causato dolore, applaudo la GDC per essersi assicurata che la sua istituzione rifletta ciò che è giusto, specialmente su come le persone debbano essere trattate sul posto di lavoro".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali