FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Minecraft: sconfiggere l’Ender Dragon

Ad attenderci dall’altra parte del portale per l’End troveremo il boss "finale" del gioco!

Minecraft: sconfiggere l’Ender Dragon

La settimana scorsa abbiamo capito come trovare un portale per l'End, la terza dimensione presente nell'universo di Minecraft. Prima di attraversarlo però, dovremo essere certi di avere tutto il necessario per affrontare una dura battaglia: il comitato di accoglienza che troveremo dall'altra parte sarà pronto a scatenarsi.

Il modo più sicuro di affrontare la battaglia è dividerla in due parti: avanscoperta e scontro vero e proprio. Per la prima parte, posizioniamo accanto al portale per l'End un letto e un forziere; lasciamo tutto il nostro equipaggiamento nel forziere e facciamoci una dormita. Prendiamo con noi soltanto:


- un'abbondante scorta di qualsiasi materiale che abbiate in abbondanza (terra, roccia o simili);
- un bel po' di unità di scale di legno;
- un piccone e una pala (di ferro o di pietra, non migliori);
- una spada, un arco e qualche freccia (anche in questo caso, evitiamo di portare i nostri equipaggiamenti migliori, per il momento);
- nessuna armatura ma, se ne abbiamo più di una, infiliamoci una zucca in testa per rendere il lavoro che ci aspetta notevolmente più semplice.


A questo punto attraversiamo il portale e prepariamoci a correre!

Una volta attraversato il portale, verremo teletrasportati in un punto casuale dell'area dello scontro: un'isola fluttuante nel nulla. Il gioco potrebbe anche scegliere di farci comparire su una piattaforma di ossidiana sospesa nel vuoto: in questo caso è importante costruire, quanto più in fretta possibile, un ponte per raggiungere l'isola. Non appena arrivati nell'End vedremo comparire la barra della vita dell'Ender Dragon, il boss finale di Minecraft!

Durante questa prima fase ignoriamolo: dobbiamo distruggere il meccanismo che permette all'Ender Dragon di rigenerarsi. Nell'aria sono presenti diversi pilastri di ossidiana, con sopra dei cristalli avvolti dalle fiamme: il nostro primo compito è mandarli in frantumi. Con una linea di tiro sgombra e una buona mira è possibile – e preferibile - distruggerli utilizzando arco e frecce (basterà mandare a segno un colpo).

Purtroppo, alcuni di questi saranno protetti da delle grate di ferro: dovremo affrettarci e costruire delle scale o delle colonne che ci permettano di arrivare in cima e distruggere manualmente le sbarre e il cristallo che custodiscono. L'operazione sarà resa complicata dall'Ender Dragon, che tenterà in ogni modo di farci cadere.

Qualora dovessimo morire prima di aver distrutto tutti i cristalli, ma fossimo riusciti almeno a costruire un passaggio sicuro per arrivare all'isola fluttuante, potremo considerare la fase di avanscoperta conclusa. Equipaggiamo il nostro miglior arco, prendiamo una scorta di frecce, impugniamo la spada e indossiamo l'armatura più forte che abbiamo (mantenendo, se possibile, la testa di zucca, che ci permetterà di evitare le ire dei numerosi Enderman sparsi per l'End). Se li abbiamo, mettiamo degli stivali con Atterraggio morbido. Portate del cibo e delle pozioni di cura e preparatevi allo scontro!

Ecco le caratteristiche dell'Ender Dragon:


- Punti vita: 200;
- Danno (a difficoltà normale): 10 (carica) / 6 (soffio del drago) / 12 (palla di fuoco).


Nel suo stadio più inoffensivo, l'Ender Dragon si limiterà a volare ad alta quota intorno ai pilastri: possiamo approfittarne per colpirlo con delle frecce, anche se qualsiasi attacco che non colpirà la testa infliggerà un danno molto ridotto.

Facciamo attenzione a quando cambierà rotta per venirci incontro: oltre a prepararsi per la sua carica frontale, potrebbe lanciare le sue palle di fuoco – che, a differenza degli altri attacchi simili presenti nel gioco, non possono essere deviate. È altamente sconsigliato, quindi, stare immobili durante lo scontro! Periodicamente, il drago si posizionerà sopra la struttura centrale per qualche istante. Diventerà temporaneamente immune alle frecce, ma sarà possibile attaccarlo in mischia. Tuttavia, se ci avvicineremo utilizzerà il suo soffio, quindi non tentiamo manovre azzardate se non abbiamo una buona riserva di punti vita.

Se volessimo ottenere un ulteriore ingrediente per distillare pozioni, dovremo portare con noi anche delle boccette vuote e prepararci a... finire arrostiti. Sì, perché per raccogliere il soffio di drago dovremo impugnare l'ampolla e sostare in mezzo alle fiamme violacee dell'attacco a soffio o della palla di fuoco.

Una volta sconfitto, l'Ender Dragon lascerà - sopra alla struttura centrale presente sull'isola – un uovo di drago, un oggetto puramente decorativo. Raccoglierlo non è semplice: qualora provassimo a colpirlo con un qualsiasi attrezzo si teletrasporterà via, a breve distanza. Il modo più facile e veloce consiste nel farlo spostare da un pistone: posizioniamoglielo accanto e facciamolo estendere, stando attenti a non far cadere l'uovo nel portale o nel vuoto.

Una volta attraversato il portale ora presente nella struttura centrale, potremo goderci i titoli di coda di Minecraft! Una volta terminati, vi ritroverete di nuovo nel mondo principale; tuttavia, sconfiggere l'Ender Dragon non è l'unica cosa da fare all'interno dell'End: la prossima settimana scopriremo quali altre risorse nasconde questa dimensione.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali