FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

"Ti battezzo... con la birra"

In Sudafrica, alla Gabola Church, il vescovo locale ha reinterpretato le sacre scritture decidendo di usare la bevanda alcolica al posto dellʼacqua santa

Birra al posto dell'acqua santa per ufficializzare l'ingresso nella comunità cristiana. L'idea particolare è venuta al vescovo Tsietsi Makiti della chiesa Gabola in Sudafrica. "Gesù ha trasformato l'acqua in vino, perché non battezzare con bevande che rendono felici gli uomini?", ha spiegato il vescovo.

Battesimo con la birra nella Gobola Church in Sudafrica

L'iniziativa della chiesa è stata ben accolta dalla comunità locale. In soli due mesi, più di cinquecento persone vi hanno aderito. Una comunità religiosa che esprime la strana trovata già dal nome: “gabola” significa “bere” nel dialetto sudafricano Tswana. “Questo è uno spazio dedicato alle persone che si riuniscono in nome di Dio, senza vergognarsi di essere bevitori”. Ha commentato il vescovo Makiti al "Daily Sun". 

L'uomo ha motivato la sua proposta richiamandosi alle sacre scitture e alla trasfomazione dell'acqua in vino da parte di Gesù  raccontata nei Vangeli. "Vedere le persone battezzate con la birra felici, mi fa credere sia la cosa giusta da fare". La chiesa Gabola, per ora, accoglie solo maschi. Una decisione, questa, dovuta alla preoccupazione del vescovo  per il comportamento che gli uomini ubriachi possono assumere verso le donne. "Quando saremo preparati, la nostra intenzione e quella di pregare tutti assieme", ha concluso.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali