ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
28/5/2007

Sei cactus per sei donne

Esordio in libreria per due giornaliste

Mettete insieme una "precaria del cuore", una "golosa controcorrente", una "sciupamaschi incallita", una "monogama compulsiva", una "diffidente cronica" e una "yuppie bohémienne". Unitele con una passione per le piante grasse che diventa metafora del quotidiano ed ecco servito "La vita è un cactus", esordio letterario di Francesca Del Rosso e Alessandra Tedesco, entrambe giornaliste, milanesi (una di nascita, l'altra di adozione), entrambe con più di trent'anni e meno di quaranta.

Alessandra Tedesco e Francesca Del Rosso

Particolari che contano, perché fin dalle prime pagine del libro si respira l'aria del romanzo generazionale e non a caso, come spiegano le due autrici, le storie raccontate qua e là nel libro sono tutte vere.

Ma andiamo per ordine. Tutto ruota intorno a Ester, la "precaria del cuore", a Milano dalla Sicilia, 34 anni, una laurea in lettere sfociata in un insoddisfacente lavoro in un call center e una sfiga cosmica con gli uomini. Meno male che ci sono Miriam, Camilla, Gaia, Beatrice e Paoletta, le cinque amiche del Gaa, il "Gruppo di auto aiuto", le principesse rosa che consolano la nostra eroina che crede ancora nel principe azzurro.

Consolano e si consolano tra loro, perché, in un gioco di scambi ed esperienze, ognuna dà all'altra qualcosa di sè. Sullo sfondo i cactus: tutte e sei ne hanno uno che li rappresenta, rispecchia il loro modo di essere "somatizzando" ogni stato d'animo. Quello messo peggio, non a caso, è proprio quello di Ester, che si ammala dopo l'ennesima delusione amorosa della nostra eroina.

Un'illustrazione tratta dal libro

Non si sfugge al paragone con "Sex & the city", anche se certe confidenze sono più da "Desperate housewives" ed Ester in alcune pagine ricorda Bridget Jones (curiosa l'assonanza col nome del suo cactus, un Trichocereus Bridgesii). Tuttavia "La vita è un cactus" va oltre il modello americano, è, come dicevamo, un romanzo che fotografa, con ironia e leggerezza, una generazione, quella delle 30enni o giù di lì di casa nostra, e, indirettamente, i loro corrispettivi maschili.

Che non ci fanno una bella figura, è bene dirlo. Un po' bastardelli, un po' bambinoni, incerti e a tratti stralunati, gli uomini delle ragazze del Gaa, con rare eccezioni, sembrano non rendersi conto minimamente di cosa passi per le teste e per i cuori dell'altra metà del cielo. Un romanzo per sole donne, quindi? Assolutamente no, perché, nei suoi risvolti, "La vita è un cactus" è un vero e proprio manuale di istruzioni per l'uso del gentil sesso: altamente al femminile nella narrazione, ma strategicamente utile per chi le donne non riesce proprio a capirle. E magari cerca pure qualche (innocente) vendetta...

Domenico Catagnano

Francesca Del Rosso e Alessandra Tedesco
La vita è un cactus
Sonzogno editore
Euro 15

La presentazione de "La vita è un cactus" (con distribuzione di piccoli cactus in omaggio) avrà luogo presso la libreria Feltrinelli Libri & Musica di piazza Piemonte a Milano il 5 giugno 2007 alle ore 18,30. Con le autrici interverrà Valeria Palumbo.

Presentazione di “La vita è un cactus” anche alla libreria Feltrinelli di Bari in via Melo 119 alle ore 19 del 15 giugno 2007. Presenterà il cabarattista Tata.