Gioco online, Francia: nel terzo trimestre raccolta in crescita del 12,8% a 2,1 miliardi di euro. Volano scommesse sportive (+23%) e ippiche (+15%), ma calano investimenti pubblicitari (-12%)

Crescita a doppia cifra per il gioco online in Francia nel terzo trimestre dell’anno. Scommesse sportive, ippiche e poker (cash e torneo) hanno raccolto 2,15 miliardi di euro, il +12,8% rispetto ai 1,90 miliardi dello stesso periodo 2016. Numeri alla mano, secondo i dati diffusi dall’Arjel, , l’ente che regola il gioco via internet oltralpe, le puntate sulle scommesse sportive sono cresciute del 23% a 549 milioni di euro nel periodo luglio-settembre 2017 (un dato particolarmente positivo se si considera che lo scorso anno si sono disputati gli Europei di calcio e i Giochi Olimpici), mentre le scommesse ippiche hanno registrato il +15% a 244 milioni, grazie all’introduzione di nuovi prodotti e nuove scommesse. In crescita anche il poker, con il cash che migliora dell’8% i risultati rispetto all’analogo periodo del 2016, attestandosi a 885 milioni di euro, mentre il poker a torneo sale del 10% a 474 milioni. Nel dettaglio, per le scommesse ippiche si registrano 301 mila conti attivi a settimana, il +26% (in linea con la crescita della giocate), mentre per le scommesse ippiche sono stati 127 mila, solamente il 5% in più, ma le puntate sono state maggiori. Stabili invece i dati del poker (+8% di conti gioco attivi). In Francia è il calcio, così come in Italia, lo sport preferito dagli scommettitori online: il pallone nel terzo trimestre dell’anno ha raccolto il 60,3% delle puntate, pari a oltre 331 milioni di euro. Di questi, 54 milioni sono stati giocati sulla Ligue 1, 37,7 milioni nella Champions League e 26,6 milioni nell’Europa League. Seguono la Liga spagnola (21,5 milioni), la Premier League inglese (18,4 milioni), la Ligue 2 francese (17,8 milioni) e la Serie A (14,9 milioni). Chiude la Bundesliga con 9,1 milioni. Secondo sport preferito dai francesi è il tennis, che ha raccolto gioco per 135,1 milioni di euro (24,6% del totale), seguito sul podio dal Basket con 23,6 milioni (4,3%). Per quanto riguarda le scommesse ippiche, nel terzo trimestre 2017 sono state disputate complessivamente 4.235 corse di cui ben 3.423 (80,8% del totale) sul territorio francese. Le 2.429 corse di trotto hanno generato il 55% delle puntate, contro il 45% del galoppo, evidenzia l’Arjel. Ad oggi, sono 1,43 milioni i conti gioco attivi sui siti degli operatori autorizzati alla raccolta del gioco online, un dato in crescita del 12% rispetto agli 1,28 milioni del terzo trimestre 2016. Il comparto delle scommesse ippiche è quello che è cresciuto maggiormente nel trimestre, con il +14% di conti gioco, seguito dal poker (+12%) e dalle scommesse ippiche (+7%). In percentuale, il 34% dei giocatori online ha un’età compresa fra i 25 e i 34 anni, il 31% è nella fascia 35-54, il 24% in quella 18-24 e il restante 11% è Over 55. Nel dettaglio dei singoli giochi, per le scommesse sportive la maggioranza dei giocatori (38%) ha un’età compresa fra 25 e 34 anni, stessa fascia di età ma in percentuale ancora più elevata (40%) nel poker, mentre per le scommesse ippiche il 42% dei giocatori ha tra i 35 e 54 anni. A livello complessivo, l’89% dei giocatori online è di sesso maschile, l’11% femminile. Nel terzo trimestre gli operatori autorizzati hanno sostenuto investimenti per 36 milioni di euro in pubblicità dei giochi, tra radio, televisione, stampa e internet, un dato in calo del 18% rispetto al terzo trimestre 2016, ma che l’Arjel spiega con l’assenza nell’anno in corso di eventi di forte appeal come Euro 2016 o le Olimpiadi di Rio, che hanno invece portato il 2016 a investimenti complessivi per 194 milioni, cifra mai raggiunta prima (superato il precedente primato dei 190 milioni di euro del 2014). cr/AGIMEG