FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Istat: un milione di famiglie senza lavoro, oltre la metà al Sud

In 545mila famiglie la donna risulta occupata a tempo pieno o part time, mentre lʼuomo è disoccupato o inattivo

Istat: un milione di famiglie senza lavoro, oltre la metà al Sud

Nel 2017 il numero delle famiglie senza redditi da lavoro si attesta a quota 1 milione 70mila, 1,4% in meno rispetto al 2016. E' quanto emerge dalle tabelle dell'Istat. Tendenza contraria al Sud dove si registra un aumento del 2,2% annuo, con 600mila nuclei in questa condizione, oltre la metà del totale. Si tratta di famiglie dove tutti i componenti attivi sono disoccupati: se c'è reddito deriva da altre fonti come rendite o pensioni e non da un impiego.

In mezzo milione di famiglie lei lavora, lui no - Dalle tabelle dell'Istat emerge anche che in oltre mezzo milione di famiglie, precisamente 545mila, con e senza figli, la donna risulta occupata a tempo pieno o part time. Al contrario dell'uomo che invece non porta a casa alcun reddito da lavoro, essendo disoccupato o inattivo, e senza una pensione legata a una carriera lavorativa precedente. Il dato riguarda i coniugi o i conviventi tra i 25 e i 64 anni.

7 donne single su 10 hanno un'occupazione - Per quanto riguarda invece la situazione lavorativa dei sigle, la differenza tra donne e uomini si riduce. Sette donne single su dieci (il 70%) tra i 25 e i 64 anni hanno un lavoro. Il valore degli uomini soli occupati è del 76,8%. Se si vive invece in coppia, con il coniuge o il convivente, allora si scende di quasi venti punti (51,7% senza figli e 52,7% con figli). Fino a due bambini il tasso resta comunque sopra il 50% ma con tre o più cala decisamente (41,9%). Ecco spiegato come il tasso medio di occupazione femminile, nella stessa fascia d'eta', sia sensibilmente piu' basso di quello maschile (55,5% contro 79,6%).

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali