FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Istat: fiducia dei consumatori in calo In salita invece quella per le imprese

A febbraio ci sono progressi nella fiducia delle costruzioni e del commercio al dettaglio e un "calo contenuto" nella manifattura

Istat: fiducia dei consumatori in calo In salita invece quella per le imprese

A febbraio cala la fiducia dei consumatori e migliora quelle dell'imprese. L'Istat rileva che l'indice relativo ai consumatori passa a 114,5 punti dai 118,6 del mese precedente e vede cali in tutte le componenti a partire da quella economica e futura. Quanto alle imprese, l'indice aumenta fino a 103,1 punti da 101,4. Ci sono progressi nella fiducia delle costruzioni e del commercio al dettaglio e un "calo contenuto" nella manifattura.

Nelle imprese manifatturiere peggiorano sia i giudizi sugli ordini sia le attese sulla produzione. Mentre nelle costruzioni migliorano i giudizi sugli ordini o piani di costruzione e le attese sull'occupazione.

Nei servizi aumentano i giudizi e le attese sugli ordini mentre peggiorano le attese sull'andamento dell'economia italiana. Nel commercio al dettaglio recupera il saldo dei giudizi sulle vendite correnti, diminuisce quello relativo alle attese sulle vendite future e sono giudicate in calo le scorte di magazzino.

Per i consumatori, peggiorano "significativamente" i giudizi e le attese sull'attuale situazione economica del Paese. Aumentano poi le attese di disoccupazione e si riducono quelle sulla dinamica dei prezzi al consumo. l'Istat sottolinea come, nonostante la flessione, l'indice del clima di fiducia "si mantiene sui livelli elevati registrati negli ultimi mesi".

Commercio, vendite 2015 positive dopo 4 anni in calo - Per quanto riguarda le vendite al dettaglio, tornano a crescere nel 2015 dopo quattro anni di calo. L'Istat rileva un aumento medio dello 0,7% in valore rispetto al 2014. Gli incrementi riguardano sia i prodotti alimentari (+1,3%) sia quelli non alimentari (+0,5%) e la grande distribuzione (+1,5%) in misura molto maggiore dei piccoli negozi (+0,1%). In particolare le vendite dei discount alimentari aumentano del 3,4%, quasi cinque volte più della media, e quella dei grandi esercizi specializzati (come Decathlon o Ikea) del 3,3%.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali