FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Istat, export 2016 a +1,1%: surplus record

A comprare dallʼItalia è soprattutto la Germania, ma anche Francia, Regno Unito e Spagna

A sorpresa l’export italiano si rimette a correre e stabilisce un nuovo record. Nel 2016 le esportazioni sono aumentate dell'1,1%, portando l'avanzo commerciale a 51,6 miliardi di euro. Lo riferisce l'Istat, che precisa che, al netto dell'energia, il surplus commerciale è di 78 miliardi. In volumi l'andamento delle esportazioni è stato dell'1,2% nel 2016. A dicembre le esportazioni sono cresciute del 2,3% su novembre e hanno mostrato un balzo del 5,7% nei confronti dello stesso mese dello scorso anno. Sempre nell'ultimo mese del 2016 l'avanzo è salito a 5,8 miliardi di euro dai 5,6 miliardi di dicembre 2015.

A comprare dall'Italia sono soprattutto i tedeschi, che salgono a quota 10,3%, mentre lo scarto italiano a dicembre tocca il 5,7% su base annua. Secondo l'Istat il dato sarebbe addirittura prudente perchè, se si considera il numero delle giornate lavorative rispetto all'anno precedente, salirebbe all'8,5%. Raggiungono così la soglia storica di 417 miliardi le vendite correnti, che trascinano l'avanzo commerciale.

In Germania e non solo: le vendite italiane segnano importanti progressi anche in Francia, Regno Unito e Spagna, mercati di primaria importanza. Cresce la filiera meccanica, ma anche l'auto, che con chimica, metalli, alimentari e gomma plastica presentano risultati a doppia cifra, mentre i beni di consumo intermedi e strumentali marcano progressi supreiori ai 4 punti percentuali.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali