FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Il gigante Yahoo! in crisi cerca acquirenti, Verizon e At&T in lista

Le potenziali offerte potrebbero arrivare nel giro di un mese. Il gruppo, pioniere del settore, sembra oramai incapace di stare al passo coi tempi e di contrastare la concorrenza aggressiva di avversari come Google

Il gigante Yahoo! in crisi cerca acquirenti, Verizon e At&T in lista

Yahoo! ha avviato i contatti con i potenziali acquirenti delle sue attività core (cioè le attività principali di una azienda). Fra i papabili ci sono Verizon, Comcast e At&T, ma anche società di private equity, quali Bain capital partners, KKR e Tpg. Lo riporta l'agenzia Bloomberg, secondo cui le potenziali offerte potrebbero arrivare in un mese. Dopo l'ultimo trimestre chiuso in rosso, Yahoo! ha tagliato il 15% dei posti di lavoro.

La settimana scorsa l'amministratore delegato, Marissa Mayer, aveva fatto marcia indietro su un altro elemento centrale per il futuro di Yahoo!. Il gruppo infatti starebbe valutando la possibilità di scorporare le quote che detiene di Alibaba, in tutto il 15% che vale quasi 40 miliardi di dollari.

La Mayer è alle prese con la crisi profonda di quello che una volta è stato un gigante del web. Un gruppo pioniere del settore che sembra oramai incapace di stare al passo coi tempi e di contrastare la concorrenza aggressiva di avversari come Google.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali