FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Caro tasse, Ryanair taglia 600 posti di lavoro in Italia e chiude due basi

"Illogica decisione del governo", lamenta la compagnia irlandese low cost

Caro tasse, Ryanair taglia 600 posti di lavoro in Italia e chiude due basi

Ryanair taglierà in Italia 600 posti di lavoro a causa dell'aumento delle tasse aeroportuali. La compagnia irlandese low cost, inoltre, ha annunciato che chiuderà le sue basi di Alghero e Pescara, taglierà alcune rotte e cancellerà tutti i voli di Crotone. "Il governo italiano - ha dichiarato il ceo David O'Brien - ha deciso di darsi la zappa sui piedi aumentando le tasse sui passeggeri di circa il 40%".

In pratica, Ryanair lamenta che l'incremento delle tasse aeroportuali di 2,50 euro (da 6,50 a 9 euro) per ciascun passeggero in partenza dall'Italia, in vigore dal primo gennaio, andrà a sussidiare il fondo per la cassa integrazione degli ex piloti Alitalia. La compagnia irlandese low cost sposterà le sue attività verso le basi in Spagna, Grecia e Portogallo.

"Quale compagnia aerea più grande in Italia - ha aggiunto O'Brien -, volando su 26 aeroporti e trasportando 27 milioni di clienti all'anno da e per l'Italia, a Ryanair non è stata lasciata altra scelta se non quella di chiudere due delle sue 15 basi italiane e spostare il suoi aeromobili, piloti ed equipaggi, verso Paesi con costi più bassi per il turismo".

"Non dovremmo essere noi a finanziare Alitalia ed Etihad - ha proseguito il manager -. Dovrebbe essere qualcuno ad Abu Dhabi. Deve essere l'Alitalia a pagare il fondo per gli ex dipendenti". O'Brien ha poi aggiunto che la decisione di chiudere le basi in Italia "non è un attacco diretto all'Alitalia. Noi vorremmo che questa tassa venisse cancellata. Riteniamo che non sia una buona idea andare a tassare un settore come quello turistico, che rappresenta un motore per l'economia italiana".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali