FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Borsa, Shanghai in positivo dopo lo stop ai "blocchi automatici"

La Borsa di Shanghai rimbalza con decisione dopo lo stop deciso dalle autorità cinesi al controverso sistema di blocco automatico del mercato in caso di eccesso di ribasso

Borsa, Shanghai in positivo dopo lo stop ai "blocchi automatici"

All'indomani del crollo delle Borse asiatiche, Tokyo chiude nuovamente la seduta in flessione. L'indice Nikkei cede infatti lo 0,39% a 17.697 punti. Giornata positiva, invece, per i mercati cinesi: la Borsa di Shanghai chiude a +1,97%.

La Borsa di Shanghai rimbalza con decisione dopo lo stop deciso dalle autorità cinesi al controverso sistema di blocco automatico del mercato in caso di eccesso di ribasso. Secondo gli esperti, diversi fondi pubblici sono intervenuti a sostegno del mercato.

Positivo, per ora, sembra avere anche l'altro intervento deciso dalle autorità cinesi che hanno rinnovato le restrizioni sulla vendita di azioni per i grandi soci dei gruppi quotati. A partire dal 9 gennaio, ossia all'indomani dello scadere, venerdì 8 gennaio, del divieto introdotto la scorsa estate di cedere i titoli, i grandi investitori potranno vendere sul mercato non piu' dell'1% in tre mesi. Lo ha annunciato in via ufficiale con un comunicato la China Securities Regulatory Commission, la Consob cinese.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali