FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Almaviva, reintegro per 153 dipendenti: discriminato chi non accetta taglio di stipendio

Il giudice: licenziamenti illegittimi. Lʼazienda: pronto il ricorso. Per il 15 dicembre è attesa unʼaltra decisione che riguarda una novantina di persone

Almaviva, reintegro per 153 dipendenti: discriminato chi non accetta taglio di stipendio

"I licenziamenti di Almaviva sono illegittimi". Lo ha stabilito il giudice del Lavoro di Roma con un'ordinanza che "condanna la società a reintegrare gli stessi dipendenti e a corrispondere loro, a titolo di risarcimento danni un'indennità pari agli stipendi maturati dal giorno del licenziamento fino al reintegro". La decisione riguarda 153 lavoratori. Il giudice sottolinea che è stato "discriminato chi non ha accettato il taglio del salario".

La scelta di Almaviva, che ha complessivamente licenziato 1.666 persone nello stabilimento di Roma, "si risolve in una vera e propria illegittima discriminazione - scrive infatti il giudice Umberto Buonassisi nell'ordinanza-: chi non accetta di vedersi abbattere la retribuzione (a parita' di orario e di mansioni) e lo stesso tfr, in spregio" alle norme del codice civile e costituzionali "ancora vigenti, viene licenziato e chi accetta viene invece salvato".

Per il 15 dicembre è attesa un'altra decisione che riguarda una novantina di persone.

L'azienda: riassunzioni ma non a Roma. Pronto il ricorso - AlmavivaContact, "mantenendo ferma la convinzione del proprio corretto operato, darà ovviamente attuazione all'ordinanza - riammettendo i lavoratori presso le sedi disponibili, tenendo conto che il sito operativo di Roma è chiuso - ma la impugnerà immediatamente, al fine di revocarne gli effetti in tempi brevi". Lo afferma l'azienda dopo la sentenza del giudice del lavoro. Nella nota, Almaviva ricorda che 9 giudici su 10 hanno dichiarato "pienamente legittima la condotta aziendale".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali