FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Tentazioni: resistere non dipende solo dalla volontà

Le tecniche per non cedere alle lusinghe di ciò che vorremmo, ma che sappiamo di non dover fare

Tentazioni:  resistere non dipende solo dalla volontà

A volte la tentazione si nasconde in frigorifero o in dispensa, in altri casi può essere una improvvisa attrazione per un uomo (o una donna) già impegnato, o ancora dell'impulso ad acquistare qualcosa che costa troppo e di cui non abbiamo bisogno ma che ci pare terribilmente attraente. In tutti questi casi la parola d'ordine è: resistere! Ma che si fa quando la nostra volontà non ci sostiene con sufficiente vigore?

Oscar Wilde scriveva: “So resistere a tutto tranne che alle tentazioni”, segno che il problema è diffuso. Per lo più, si cede quando in noi stessi la sfera emotiva prende il sopravvento su quella razionale: il primo passo sta dunque nel mantenersi ben ancorati alla sfera della logica e tenere sotto controllo l’emotività. Quindi, per contrastare le lusinghe di ciò che vorremmo (ma che sappiamo non di non doverci concedere) occorre innanzi tutto migliorare il nostro autocontrollo e mantenere alti i livelli dell’ energia che ci occorre per restare fermi nei nostri propositi.

RICONOSCERE UNA TENTAZIONE – Il primo punto a nostro favore nel risolvere un problema sta nell’essere consapevoli della sua esistenza. Se abbiamo voglia di bere, ma ricordiamo a noi stessi che un super alcolico a stomaco vuoto ci farà subito girare la testa, possiamo rinunciare a una bevanda troppo forte e ripiegare su un altro drink che non ci impedirà di guidare in sicurezza sulla strada di casa. Il fatto di imparare a rinunciare a una gratificazione immediata per averne un maggior beneficio futuro è una capacità che, come dimostrano alcuni studi, si trasforma anche in fattore importante per avere successo nella vita. Valutiamo dunque le conseguenze a lungo termine di ogni nostra decisione e comportiamoci di conseguenza.

LONTANO DAGLI OCCHI, LONTANO DAL CUORE – Per non cedere a una tentazione, è di grande aiuto non esporsi ad essa. Se siamo a dieta, eliminiamo dalla dispensa gli alimenti iper calorici ed evitiamo di frequentare le pasticcerie. Se il nostro percorso strada-lavoro ci porta nei pressi di negozi tentatori, proviamo a cambiare itinerario o a spostarci in compagnia per avere occasione di chiacchierare. In alternativa possiamo concentrare il pensiero su qualcosa di piacevole che ci stimoli e ci faccia dimenticare la cosa che ci attrae pericolosamente.

IMMAGINA TE STESSO MENTRE RESISTI ALLA TENTAZIONE – Visualizza nella mente l’atto in cui non cedi all’impulso, ad esempio, di accenderti una sigaretta, o di mangiare un cioccolatino. Quando hai fatto un po’ di pratica, e ti senti abbastanza risoluto, puoi anche affrontare l’oggetto proibito, ad esempio con un passaggio al supermercato, naturalmente senza fermarti il banco dei dolciumi. Attenzione però: questa tecnica non funziona nel caso di sostanze che creano vera dipendenza come alcol e droga: vedere l’oggetto del desiderio scatena in questo caso desideri irresistibili.

NON OFFRIRE A TE STESSO POSSIBILITA’ DI SCELTA – Davanti all’oggetto o alla persona dei tuoi desideri non chiederti se resistere o cedere: non ci sono alternative e il comportamento deve essere uno solo. In questo modo sarai costretto a rifiutare qualsiasi lusinga possibile.

ESCI ALLO SCOPERTO – Dichiara a chiare lettere le tue intenzioni a chi ti sta intorno. Annuncia di essere a dieta, o di voler smettere di fumare, e chiedi agli amici di aiutarti, richiamandoci ai nostri propositi se dovessero vedere che la nostra volontà vacilla. Usa anche la tecnologia: ci sono App che aiutano a tenere il conto delle calorie, o della quantità di movimento effettuato, o delle spese sostenute ogni giorno.

RICARICA LE BATTERIE – Mantenere l’autocontrollo è un duro lavoro e richiede molta energia. Nei periodi di stress e di affaticamento siamo portati, ad esempio, a mangiare o fumare di più. Questo avviene perché la fatica ci spinge a cercare modi per gratificarci. Riposare di più e limitare le fondi di ansia ci sarà di grande aiuto nel mantenerci in carreggiata. In più, se sappiamo di dover affrontare una situazione difficile o stressante nell’arco della giornata, evitiamo di trovarci in situazioni “tentarici” nelle ore precedenti o successive: resistere sarà più difficile.

CONCEDIAMOCI QUALCOSA – Dire sì a una gratificazione piccola e innocua può aiutarci a mantenerci fermi nei nostri propositi. Non si può dire sempre a tutto: in fondo resistere alle tentazioni non significa negarsi qualsiasi piacere.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali