FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Ami il tuo lui? Impara a tenertelo stretto

In occasione della Festa degli innamorati un piccolo vademecum di buon vivere per alimentare nel migliore dei modi la nostra love story.

Ami il tuo lui? Impara a tenertelo stretto

E’ vero, al cuor non si comanda. Eppure la gestione intelligente di un rapporto amoroso può fare miracoli nel mantenerlo vivo e in buona salute. In occasione della Festa degli Innamorati, facciamo un piccolo check up alla nostra storia d’amore e impariamo le piccole accortezze quotidiane per alimentarla nel migliore dei modi.

NON ASPETTARE CHE TI LEGGA NEL PENSIERO… – Hai bisogno di qualcosa o la desideri dal tuo lui? Non aspettare che “ci arrivi da solo”: chiedi con semplicità e con schiettezza quello che desideri. Attenzione: chiedere non significa pretendere o esigere con aggressività. Scegli i toni giusti, non rinunciare a un pizzico di diplomazia e, magari, di umorismo. Di qualunque cosa si tratti, di un tuo bisogno intimo o di una maggiore attenzione all’ordine domestico, parlarsi con cortesia e con il sorriso sulle labbra è il modo più efficace e rapido per arrivare al risultato.

… E NON DARE PER SCONTATO DI SAPER LEGGERE NEL SUO – Sei così certa di sapere sempre che cosa gli passa per la testa? La facoltà di leggere la mente non è così diffusa e questa presunzione può esporci a errori clamorosi. E’ meglio fare qualche domanda o sollecitare la sua confidenza, mostrandoci comprensive e interessate alle sue opinioni e a quello che gli succede. E quando lui, finalmente, accetta di raccontarsi, ascoltiamolo senza pregiudizi e senza esprimere critiche, anche se non siamo d’accordo con lui. Esprimeremo il nostro parere a confessione ultimata, se lui ci invita a farlo.

QUESTIONI DI SPAZIO – Essere insieme e amarsi non significa stare sempre appiccicati come i due gusci di una vongola. E’ cosa buona e giusta che ciascuno abbia il proprio spazio vitale, per coltivare i propri interessi e i propri hobbies, frequentare magari in qualche occasione amici diversi, o semplicemente godersi un momento di silenzio in santa pace. L’importante è che questo avvenga in modo paritario per entrambi e che ciascuno conceda all’altro le occasioni che desidera per sé.

INTIMITA’ – La passione e la curiosità reciproca devono essere alimentate e salvaguardate con la massima attenzione. Ogni espediente va bene: dalla lingerie sexy con cui sorprenderlo ogni tanto, alla fuga a due romantica, a qualche dono inatteso da fargli (o da ricevere). Ciascuno di noi intende in modo diverso l’intimità fisica: se tu cerchi baci e coccole e lui invece desidera un trasporto da scintille, l’importante è che entrambi siate consapevoli di queste differenze e siate capaci di incontrarvi su questo punto.

IL TRIANGOLO NO – La gelosia è un mostro dagli occhi verdi che dileggia il cibo di cui si nutre. Lo dice Shakespeare nell’Otello e possiamo dargli pienamente ragione. Pochi sentimenti sono più letali e corrosivi della gelosia in un rapporto amoroso, anche se è molto difficile non cascarci almeno qualche volta. Meglio non alimentarla in alcun modo: se il tuo rapporto è importante, evita di cedere alla curiosità nei confronti di altre persone e non stuzzicare il tuo partner con sospetti di possibili tradimenti. Un comportamento reciprocamente corretto e sincero dovrebbe evitare anche tutti quei piccoli e devastanti rituali come spiare la sua rubrica di indirizzi sul cellulare o sui social o, peggio ancora, leggere di nascosto la sua posta o i suoi messaggi.

LITIGARE COME SI DEVE – i momenti di contrasto e anche di scontro sono inevitabili. Non bisogna sfuggirli a tutti i costi, alimentando risentimenti e scontentezze inespressi, ma occorre imparare a confrontarsi in modo assertivo e costruttivo. Qualche dritta? Mantenere circoscritto l’ambito del bisticcio, senza andare a rivangare fatti del passato (magari ormai lontano), contenere i toni senza cadere nell’offesa, non cedere MAI alla violenza, verbale e, a maggior ragione, fisica. Non perdere di vista che l’obiettivo è risolvere il problema e trovare la soluzione.

E SE LUI TI FA PROPRIO ARRABBIARE – … conta fino a dieci e alla fine fai a te stessa questa domanda: fra tre giorni sarò ancora così arrabbiata con lui per questo motivo? Se la risposta è no, tanto vale lasciar perdere tutto subito e fare pace immediatamente; meglio ancora se questo avviene dopo esserti spiegata con calma su come che vorresti che lui si comportasse la prossima volta. E se per San Valentino vuoi fargli un regalo, concedigli per un giorno di essere esattamente quello che è, senza criticarlo: ovvero disordinato, o magari dormiglione o troppo possessivo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali